La mareggiata di ieri ha causato gravi danni alla diga foranea del porto turistico di San Nicola l’Arena. Fortunatamente, nonostante le condizioni meteo burrascose, ha resistito perché sarebbe stata una catastrofe.

Da una prima analisi risulta che il “fanale testata luce verde” di accesso al porto è abbattuto e che i massi a protezione del porto hanno subito un notevole abbassamento.
Se si dovesse verificare un altro evento metereologico della stessa identità di ieri, la diga foranea potrebbe cedere e questo causerebbe una catastrofe per tutta la marineria, le imbarcazioni ormeggiate e le case in prossimità del porto.

1

Immagine 1 di 10


A tal proposito esiste un progetto da anni all’assessorato alle infrastrutture, già pronto per essere affidato e già finanziato, che prevede la messa in sicurezza della testata del molo della diga foranea.

«Sollecitiamo che venga attivata il prima possibile la procedura per l’esecuzione dei lavori onde ripetersi tale pericolo, ci aspetta un inverno tempestoso con eventi calamitosi – si legge in una nota degli armatori – Ci rivolgiamo al signor presidente della regione, all’assessorato alle infrastrutture, al commissario del comune di Trabia e alla protezione civile affinché venga effettuato un sopralluogo e si possano avviare tutte le procedure a salvaguardia di come sopra premesso». 


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it






Scritto da:

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi alla redazione!