Presentato a Cerda il libro dedicato a Giusy Nasca di Vittorio Lo Jacono




A Cerda, in una gremita aula consiliare, si è svolto l’incontro di presentazione del volume del Prof. Vittorio Lo Jacono, “GIUSY NASCA. La signora del carciofo spinoso di Cerda”, edito da Benedetto Davi’ dell ‘Opificio Ingham Edizioni .

Il libro è non solo un omaggio alla signora Giusy Nasca e alle tre generazioni di ristoratori che rappresenta, è un omaggio a tutta Cerda, alla Targa Florio, al carciofo spinoso.

È un libro che suscita la curiosità del lettore nell’approfondire i tanti temi trattati

Come sottolinea Sarah Vesco I vari piatti di cui si parla, non sono semplici preparazioni di cibi, sono cultura, sono frutto del lavoro di mani sapienti che valorizzano il proprio territorio di appartenenza.

La professoressa Adele Crescimanno, studiosa dal ricchissimo curriculum, ha illustrato l’interessante volume, raccontando colti aneddoti sul carciofo spinoso.

Dalle ricerche storiche risulta che Tolomeo facesse servire ai propri militari prima di una battaglia piatti a base di carciofi affine di infondere loro Forza e coraggio.Anche nel mito greco, si rinvengono racconti sull’origine del carciofo e precisamente nel racconto dell’amore non corrisposto tra Zeus e la ninfa Cynara, la quale fu trasformata dal padre degli dei nella pianta del carciofo, dura e spinosa all’esterno ma con un cuore tenero.

Interessanti documenti sono state scritte anche da Plinio il Vecchio sulla pianta tanto preziosa. Lungo il corso della storia,vi sono stati periodi in cui i cardi sono stati cibi riservati, per il loro alto prezzo, solo all’alta borghesia e per le case regie, tanto da spingere i governi a emettere un calmiere.

Dal dopoguerra in poi inizia una ricerca gastronomica finalizzata all’elaborazione di vari tipi di piatti a base di carciofi da arrivare ad oggi con il prelibato gelato al carciofo del Maestro Antonio Cappadonia.

Appassionante il racconto della nascita, per mano del nonno di Giusy Nasca, de La Trattoria Locanda Sole che, durante la Targa Florio, ospitava i piloti accogliendoli come se fossero in famiglia e deliziando i loro palati con dei piatti a base di prodotti locali.

Ha concluso l’incontro il Sindaco, Onorevole Salvatore Geraci il quale ha ribadito il suo impegno nel l’essere Ambasciatore di Cerda, diffondendone la cultura a partire dal coinvolgimento delle scuole affinché fin da piccoli si abbia coscienza delle proprie radici e della propria storia, rinnovando sempre il proprio dovere di salvaguardare la propria identità.

Cerda ha tantissime potenzialità ed eccellenze che devono essere messe a frutto con una collaborazione generale da parte di tutti, perché tutti dobbiamo impegnarci ad amare con forza il nostro paese.

Al termine della presentazione vi è stata una degustazione di vini offerti dalla Azienda Agricola Rallo accompagnati da delizie offerte da Giusy Nasca.


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it





Scritto da:

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi alla redazione!