Lutto Blufi: è scomparso il dottore Liborio Macaluso, per gli amici “Boruccio o Boris”




“Uno di noi!”

Da sempre dedito ad una vita sana, Blufi come scelta di vita, ma aimè inaspettatamente, la nera Signora inspiegabilmente, lo ha portato via e in poco tempo.

Liborio Macaluso, “Boruccio o Boris” per amici e parenti, oggi ha lasciato la nostra terra.
Medico cardiologo, un amico di tanti, lo incontravo sempre con il sorriso in bocca, con la battuta pronta giusto per scatenare una cordiale risata.

Gentile ed affettuoso con tutti, sempre disponibile nella sua attività professionale, lungo il suo trascorso a Blufi ha sempre interpretato un ruolo centrale.

Ci mancherai Liborio, come tanti altri hai contributo a riempire il vuoto che il tempo sottrae ai piccoli centri come il nostro, dove le sane relazioni interpersonali dei singoli colmano la crisi demografica e la conseguente malinconica agonia sociale.

Speravamo tutti in una ripresa in una guarigione, ma evidentemente la tua malattia non ti ha lasciato scampo.

Ciao Liborio, che la terra ti sia lieve, porta il tuo sorriso in cielo, e distribuiscilo ai tanti amici che ti hanno preceduto e che tanto mancano a tutti noi.
Alla mamma Vincenza, al figlio Michele, a Sabina, al fratello Antonio, a tutti i parenti e a coloro che ti sono stati vicini tributiamo il nostro sincero cordoglio, sicuri che Liborio ha lasciato a Blufi un buon ricordo di se e per questo lo ricorderemo con affetto.

Ciao amico mio, ti ho sentito in chat qualche giorno fa dove ti esternavo il mio dispiacere per il malcapitato e ti auguravo una pronta ripresa, la tua risposta:
Grazie di cuore! Per tutto “il resto”… meglio riderci sopra…

Una risposta ironica, forte e determinata, scaturita da un tacito realismo.
E’ così Liborio la vita spesso “è una presa in giro”, per questo va vissuta intensamente giorno dopo giorno, non dimenticando mai che non siamo eterni.
RIP.
Alberto G. per BlufiOnline


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it





Scritto da:

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi alla redazione!