Invasione di cinghiali nelle Madonie: l’appello del “comitato terre delle Madonie”

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato del “Comitato terre delle Madonie”

Condividi questo articolo




Benché il titolo possa essere allarmante, voglio rassicurare i tanti che non si tratta dell invasione aliena, ne tantomeno dell invasione di un popolo nordico, e neppure il titolo di qualche brano epico-cavalleresco tratto da un romanzo del Boiardo.

Stiamo parlando di cinghiali. Al di là dello scalpore mediatico che suscitano, quando nei vari TG li vediamo tranquillamente convivere con l uomo, o mentre rovistano nella spazzatura, districandosi fra le automobili parcheggiate , la stessa cosa non si può dire quando invadono, i campi di tanti agricoltori ed allevatori, esasperati per gli ingenti danni causati ai loro raccolti, i quali non riescono a frenare una situazione fuori controllo, mancando anche di un credibile interlocutore a cui sollevare la problematica.

Infatti sia nelle alte e basse #MADONIE invase da decenni dai #Cinghiali, si sono aggiunti anche i #Daini, che a differenza dei cinghiali, la loro maggiore azione distruttiva, e’ più difficile da tamponare, soprattutto per i seminativi e i foraggi.

2

Immagine 1 di 5

Infatti gli allevatori ormai disperati, che rischiano di chiudere le loro aziende ne sono la testimonianza. Ma se da un lato questi animali stanno invadendo tutto il nostro territorio, dall altro non vi è una politica che dia delle soluzioni per arginare questo fenomeno.

Anzi proprio delle scelte politiche scellerate fatte in passato ha prodotto tutto questo, ancora una volta, il sospetto, che l interesse spicciolo di qualcuno, abbia recato danni agli interessi di tanti, ormai è opinione comune. Ma purtroppo in Sicilia si sa, avvolte le scelte di far gestire degli enti a degli incompetenti è la normalità , come far credere che affidare l agnello al lupo può essere fatale al lupo. Intanto aspettando che si faccia il nuovo governo regionale, NOI del #COMITATOTERREDELLEMADONIE, abbiamo elaborato dell’ istanze e soluzioni, consapevoli che un interlocuzione sia con il nuovo assessore regionale al agricoltura, sia con quello al territorio e ambiente potranno darci la possibilità di condividere delle scelte risolutive.


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it





Scritto da:

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi alla redazione!