Caro energia: lo chef termitano Gaetano Varco pubblica bolletta da oltre 4.800 euro




Il caro bollette non risparmia nessuno. La situazione peggiora di giorno in giorno, anche a Termini Imerese e nei comuni della provincia di Palermo: bar, ristoranti, pizzerie, pasticcerie e altri piccoli esercizi rischiano di rimanere definitivamente sepolti dalle bollette di luce e gas. In questi giorni sono arrivati i nuovi conteggi che segnano ulteriori aumenti fino al 700 per cento e che per molti esercenti sono un vero e proprio colpo di grazia. Alcuni hanno deciso di chiudere bottega. 

Anche il noto chef termitano Gaetano Varco è stato colpito pesantemente, come tutti i colleghi ristoratori, dal caro bolletta: oltre 4.800 euro per il ristorante sito nel lungomare Cristoforo Colombo di Termini Imerese.  “Semplicemente una vergona! Vergogna! La situazione degenera di mese in mese, è davvero preoccupante. Il mondo della ristorazione è in ginocchio”, scrive su Facebook lo chef mostrando copia della bolletta ricevuta.

Numerosi i commenti al post dello chef  Varco che sottolineano lo stato di crisi in città e nel comprensorio. L’appello è sempre lo stesso: fermiamo la crisi economica, i commercianti sono in ginocchio. Di recente i consiglieri comunali Anna Chiara (Forza Italia), Lorella Abbruscato (Diventerà Bellissima), Carmelo Miccichè (Termini Popolare) e Fabio Sciascia (Lega Prima l’Italia),  a seguito di riunioni di partito, hanno presentato apposita mozione a sostegno di commercianti e imprenditori termitani –  provati dalla crisi economica e dal repentino aumento delle bollette:

 


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it





Scritto da:

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi alla redazione!