Regolarizzazione delle attività commerciali che operano su aree pubbliche, Forzinetti: “Salve oltre 40 attività”




L’Assessore comunale alle Attività Produttive ed Economiche, Giuliano Forzinetti, ha incontrato nei giorni scorsi i vertici della Camera di Commercio per affrontare la problematica derivante dal mancato rinnovo dell’iscrizione camerale nel periodo della pandemia, che ha interessato circa 40 attività commerciali che operano su aree pubbliche, cercando di porre soluzione ad una problematica che da due anni non consente il rinnovo di una quarantina di autorizzazioni. 

A seguito del confronto è stato stabilito il percorso attraverso il quale procedere alla regolarizzazione delle posizioni. 

E’ stato deciso che, nei prossimi giorni, gli uffici del SUAP inoltreranno ai soggetti interessati gli inviti a provvedere, entro 30 giorni dalla ricezione, alla regolarizzazione della propria posizione presso il Registro Imprese della Camera di Commercio alla data del 31.12.2020. 

L’avvenuta iscrizione, comunicata tramite PEC all’indirizzo suapfacile@cert.comune.palermo.it consentirà agli uffici di procedere al rinnovo delle autorizzazioni.

Resta inteso che, in caso di inadempimento, stante il perdurare della carenza di un requisito essenziale per l’esercizio del commercio su aree pubbliche, gli uffici procederanno alla revoca delle Autorizzazioni al commercio e delle concessioni di suolo pubblico.

L’Assessore Forzinetti ha espresso il proprio compiacimento “per il percorso intrapreso che consente, attraverso una soluzione definitiva, dopo circa due anni di incertezza, di salvare circa 40 attività commerciali, attraverso la regolarizzazione amministrativa. Risolleviamo il comparto economico del commercio su aree pubbliche, tessuto produttivo importante per la città di Palermo, che negli ultimi anni ha subito effetti devastanti a causa della pandemia e della crisi economica”.


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it





Scritto da:

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi alla redazione!