Commemorazioni per il 40° anniversario dell’eccidio del generale Carlo Alberto Dalla Chiesa




La Prefettura di Palermo e il Comando Legione Carabinieri ‘Sicilia’, in occasione del 40° anniversario del barbaro agguato in cui persero la vita il Generale di Corpo d’Armata
Carlo Alberto dalla Chiesa, Prefetto di Palermo, la consorte Emanuela Setti Carraro e l’Agente Scelto Domenico Russo, hanno organizzato a Palermo i seguenti eventi
commemorativi:

2 settembre 2022
– 19:00: disvelamento di una targa in memoria del Prefetto Carlo Alberto dalla Chiesa presso la Prefettura;

– 21:00: concerto della Banda dell’Arma dei Carabinieri a Palazzo Reale, organizzato con l’Assemblea Regionale Siciliana e la ‘Fondazione Federico II’;

3 settembre 2022
– 09:00: deposizione di un cuscino di fiori al busto dedicato al Generale, all’interno della caserma “Generale C.A. dalla Chiesa”, sede del Comando Legione Carabinieri ‘Sicilia’;

– 09:30: momento commemorativo nel luogo della strage, in via Isidoro Carini;

– 10:00: Santa Messa presso la Cattedrale di Palermo, officiata dall’Arcivescovo Mons. Corrado Lorefice e, a seguire, commemorazione con interventi delle massime Autorità;

– 11:30: deposizione, presso il cippo commemorativo dedicato al Generale in via Vittorio Emanuele, di un omaggio floreale da parte del Comandante Generale dell’Arma dei
Carabinieri e dei bambini dei quartieri “disagiati” di Palermo. A seguire, esposizione, sempre in via Vittorio Emanuele (presso l’ingresso della caserma “Generale C.A. dalla
Chiesa”), di dipinti su pannelli amovibili, realizzati a cura dell’Accademia di Belle Arti di Palermo, con successivo intervento del curatore del progetto;

– 12:00: cerimonia d’inaugurazione, nei pressi della Sala della Memoria (all’interno della caserma “Generale C.A. dalla Chiesa”), di un altorilievo celebrativo dedicato al Generale,
realizzato e donato dal maestro ceramista Nicolò Giuliano.


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it





Scritto da:

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scrivi alla redazione!