Sale la “febbre” per il primo slalom città di Ucria, motori pronti ad accendersi




Conto alla rovescia già iniziato per il debutto sulla scena motoristica regionale della kermesse madonita, quarta tappa per lo Challenge Palikè e per il Prix ‘Serena Casubolo’, alla quale sono attesi, tra i piloti, nomi del calibro dei trapanesi Arresta (Gloria) e Incammisa (Radical), del catanese Polizzi (Elia Avrio), dei messinesi Bellini e Leo (Radical), nonché dell’agrigentino Catanzaro (su Gloria). Sabato le operazioni preliminari, nel cuore del paesino del Messinese.

L’indomani, domenica 4 settembre, semaforo verde (dalle 9.00) per le due salite cronometrate, precedute dalla ricognizione. Promozione del Team Palikè, della Nebrosport e di un
gruppo di locali guidati da Alfonso Belladonna. Patrocinio del Comune di Ucria. Collaudato e pronto l’impegnativo tracciato da 2,990 km

Si preannuncia un’edizione di notevole impatto emotivo e sportivo per il 1° Autoslalom Città di Ucria, quarta prova stagionale dello Challenge Palikè (la serie regionale riservata agli Slalom, giunta alla 23a edizione, che ha contribuito a lanciare nel panorama nazionale della specialità non pochi piloti di valore) e del Prix “Serena Casubolo” (in ricordo della docente marsalese, grande appassionata di motori e collaboratrice del Team Palikè, scomparsa nel 2021).

Il conto alla rovescia è già iniziato. Sabato 3 settembre, il caratteristico paesino incastonato nell’oasi naturale del Parco dei Nebrodi, nel Messinese, ospiterà tra un presumibile bagno di folla le operazioni preliminari della gara, che l’indomani, domenica 4 settembre, vivrà le sue fasi ‘clou’ dalle 9.00 (per la salita di ricognizione), cui seguiranno le due manche cronometrate decisive nel determinare le classifiche, con direzione di gara affidata al trevigiano Stefano Torcellan. Promozione sul territorio affidata all’esperienza del Team Palikè Palermo (con al timone Anna Maria Lanzarone, Nicola, Dario, Roberto e Alice Cirrito, in sinergia con Matteo Cuccia e Michela Merlino), in sinergia con la Scuderia Nebrosport (il presidente è il noto pilota Carmelo Galipò) e collaborazione prestata da un gruppo di appassionati di motori del luogo, rappresentati dal pilota ucriese Alfonso Belladonna (conosciuto per la sua Fiat Uno Turbo i.e. di gruppo Speciale).

Fondamentale ed entusiasta la partecipazione del Comune di Ucria (il paesino da 900 anime è noto inoltre per essere sede di ben cinque Musei), in veste di ente patrocinatore dell’evento con il coordinamento del sindaco Enzo Crisà, così come prezioso si rivela il supporto di decine di piccole e medie aziende locali e del circondario, quali sponsor della gara.

In attesa del fatidico semaforo verde, continua nel frattempo a lievitare, in qualità e quantità, il novero degli specialisti iscritti alla sfida tra i birilli destinata ad accendere di passione, per un weekend, i monti Nebrodi(sul tavolo degli organizzatori sono adesso al vaglio le preiscrizioni dei piloti; l’elenco definitivo dovrà infine essere sottoposto ad approvazione da parte di AciSport).

Tra i piloti già pronti a contendersi la vittoria ad Ucria non mancheranno nomi del calibro del mazarese “figlio d’arte” Totò Arresta, del catanese Mimmo Polizzi e dell’agrigentino Salvatore Catanzaro. Arresta “scalpita” sin d’ora. Il portacolori della Scuderia Armanno Corse Palermo è lanciatissimo, quale fresco vincitore dello Slalom di Salice, a Messina, che gli ha fruttato il successo numero cinque, nel 2022 e la riconferma alla piazza d’onore nella classifica provvisoria del Regionale Slalom, con la Gloria B5 Evo Suzuki di classe E2SS 1150: “Sono pronto – rimarca Totò Arresta – il percorso è bellissimo, molto tecnico e guidato, mi piace. Con la macchina siamo in continuo sviluppo. Per questo mi preme ringraziare il team Ingardia Corse (coordinato da “Gimmy” Ingardia, campione siciliano Slalom in carica ed attuale capofila nel Campionato siciliano quest’anno, ndr.), per tutto ciò che riesce a fare per noi piloti. Finora un’ottima stagione”.

Himeralive.it-B161AD6C-A368-4FBA-B7DC-6B2D99ABC877

Immagine 1 di 5


Particolarmente apprezzato il ritorno alle gare, ad Ucria, dopo svariati mesi d’assenza, del catanese Mimmo Polizzi (pilota che avrebbe meritato molto di più, nella sua carriera), il quale proverà ad inserirsi nella lotta per il gradino più alto del podio, pur con la sua non aggiornatissima Elia Avrio ST09 Suzuki iscritta nella classe E2SC 1000. Pronto alla sfida anche il saccense Salvatore Catanzaro, attuale leader della graduatoria provvisoria dello Challenge Palikè 2022 al meglio di tre gare, con 30 punti. L’altro alfiere della Armanno Corse avrà a disposizione la sua Gloria B5 Evo Suzuki di classe E2SS 1150, rimessa a nuovo dopo la rottura del braccetto anteriore patita a Salice.

Numerosi e qualificati gli outsider. A cominciare dal ‘veterano’ trapanese Nicolò Incammisa. Il presidente della Trapani Corse affronterà d’esperienza la gara nell’abitacolo della sua Radical SR4 Suzuki. Identica vettura pure per i messinesi Giuseppe Bellini (di Falcone) e Santi Leo (risiede a Torregrotta), mentre Salvatore Bellini sarà al rientro dopo due stagioni di assenza al volante della sua Radical Prosport Suzuki. Da tenere d’occhio, inoltre, il catanese (di Biancavilla) Silvio Fiore, con la sua Formula Fire Suzuki della Catania Corse, i siracusani Domenico Giangrande (di Augusta, con una Elia Avrio ST09 Suzuki, per la Street Racers Modica) ed Alfio Bosco (di Lentini, sul prototipo Palama Suzuki, per la Street Racers), nonché l’altro etneo Salvatore Di Mauro, alla guida di una Radical SR4 Suzuki di classe E2SC 1400.

Ancora incerta la presenza
dell’altro saccense Nino Di Matteo, habitué del Campionato italiano Slalom, su Gloria C8F Evo Suzuki. Le operazioni preliminari del 1° Autoslalom Città di Ucria sono previste, sabato 3 settembre, al Centro accrediti allestito nei locali Comunali di via Acquaperduta, dalle 15.00 alle 19.00 e, per le vetture, dalle 15.15 alle 19.30, tra via Acquaperduta e la centrale piazza Castello, dove insiste la Casa comunale, i cui locali ospiteranno inoltre la Direzione di gara e la Sala stampa. La competizione automobilistica vera e propria, come detto, scatterà alle 9.00 di domenica 4 settembre.
Il tracciato (recentemente riasfaltato in alcuni tratti), della lunghezza di 2,990 km, è ricavato lungo la strada statale 116 (dal km 33+500 al km 30+510), che conduce sino a Floresta (il più alto comune in Sicilia), in una zona che ha già ospitato in passato pagine memorabili di storia rallystica nazionale ed automobilistica più in generale. Lo ‘start’ è ubicato alle porte di Ucria (non lontano da via Santa Caterina, sede di allineamento perle vetture, mentre la bandiera a scacchi sarà sventolata all’altezza di contrada Santa Casa). Undici le postazioni di rallentamento con birilli. Il percorso sarà inibito al transito veicolare alle 7.30. La premiazione conclusiva, tra assoluti, gruppi e classi, sarà ospite, ad apertura di parco chiuso (ricavato ancora lungo la s.s. 116), in piazza Padre Bernardino.

Anche allo Slalom di Ucria proseguirà il rapporto di collaborazione con il network specializzato Strade ’89 Sport & Comunicazione, che si occuperà di amplificare ulteriormente l’offerta promozionale per lo Challenge 2022, attraverso servizi filmati e fotografici sulle singole prove in calendario, successivamente confezionati ed inviati alle principali testate e televisioni regionali nonché “postate” sui principali social media. Tramite l’app Sportity sarà inoltre possibile ricevere informazioni in tempo reale tratte dall’albo di gara e su tutto ciò che riguarda la kermesse.


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it





Scritto da:

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scrivi alla redazione!