Termini Imerese…fra storia e arte

NANDO CIMINO

Condividi questo articolo




Questo che vedete in foto è Don Pedro Osorio, uno dei blasonati cittadini di origine spagnola che abitarono in Termini Imerese. Come scrive il prof. Antonio Contino, Don Pedro apparteneva ad una casata originaria di Salamanca; “….lignaggio spagnolo originario del regno di León (discendente da Osório Martínez, sec. XII) che esibiva il seguente stemma: in un campo d’oro, due lupi che passano l’uno sull’altro…..”
 
A questa famiglia appartenne il “nostro” Pietro, un prefetto vissuto tra il 1522 ed il 1555 che, morto proprio a Termini Imerese, venne seppellito nella chiesa di San Vincenzo Ferrer, attigua al convento dei Domenicani; ancora oggi visibile nella nostra piazza Umberto I°. A lui fu eretto questo bellissimo monumento funerario che è ancora oggi possibile ammirare nella chiesa di Santa Croce al Monte.
 
E’ un monumento sarcofago, di scuola gaginiana, sopra il cui coperchio, impreziosito da bassorilievi che recano le insegne gentilizie del casato degli Osorio, spicca proprio la figura distesa di Don Pedro. Come riporta ancora il Contino, “…..nel 1866, essendo poi la chiesa domenicana adibita ad usi profani, il monumento Osório fu traslato in quella vicina di S. Croce di Gerusalemme o del Monte, dove tuttora si ammira…..” – Vedete quante bellezze e quanta storia ha da offrire la nostra città? – Valorizziamole, facciamole conoscere……Perchè la chiesa del Monte, il nostro Pantheon, è sempre chiusa!?
 
 
 
 
 


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it






Scritto da:

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi alla redazione!