Tanino Messina – un artista acquariano, come lui si definiva – nei primi giorni di questo nuovo anno 2022 è tornato a dipingere i suoi magici arcobaleni, proprio la tempesta in quel cielo dove questi arcobaleni nascono e dove in breve tempo, quando la è finita, spariscono come una cometa, per dar posto agli immensi azzurri dove ora trova anche rifugio e rifulge quell’artista vero ed autentico che fu Gaetano Messina.

Gaetano Messina, notissimo ed estroso artista di Campofelice di Roccella, che ha dedicato tutta la sua vita alla pittura, ricevendo anche contestazioni di ogni genere, si è distinto come illustratore e designer sin da quando negli anni 60/70 lavorava in Francia e poi ancora in Australia.

Scrisse anche su un giornale da lui stesso edito “Olismo Ruben” che molto pubblicava. Sempre invitato per il suo impegno civile, Messina era un artista “diverso” e fra le sue tante ripeteva diversità spesso “Io sono diverso perché non racconto il mio operato gridando nelle piazze o sui giornali, non grido per avere ragione, non grido per autoesaltarmi ”.

La sua vita non è stata facile, anche se le sue scelte furono da lui assunte consapevolmente e nella libertà più assoluta.

Fu un’artista pacifista, come allora venne considerato un po’ da tutti, che ha lottato con grande coraggio e forza contro una società ed una politica tanto ipocrita quanto incapace di valorizzare la cultura… quella vera

Se vuoi saperne di più guarda il video.


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it





Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *