Atto intimidatorio al presidente Musumeci, la solidarietà di tutte le parti politiche per il vile gesto



Un pacco, che conterrebbe un ordigno rudimentale, è stato fatto brillare dagli artificieri della polizia di Stato lungo i binari a Militello Val di Catania lungo la tratta Catania-Militello. Nella stessa zona gli investigatori hanno trovato un biglietto di minacce rivolto al presidente della Regione siciliana, Nello Musumeci.

E’ la terza volta che nella zona ci sono ritrovamenti di biglietti di minacce contro il governatore e, in passato, anche contro il sindaco Giovanni Burtone, ex deputato nazionale del Pd.
Sull’accaduto indaga la polizia coordinata dalla Procura di Caltagirone. Sul caso il prefetto di Catania, Maria Carmela Librizzi ha convocato per domani mattina il Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza. 

 
Solidarietà al presidente Nello Musumeci dalla Giunta regionale 
«Il ritrovamento di una bomba e di una lettera di minacce rivolte al presidente Musumeci è inquietante. Saranno gli inquirenti a chiarire i contorni di questa vicenda ma una cosa è certa: il clima di odio e violenza, non solo verbale, che viene sempre più spesso alimentato strumentalmente, è pericoloso e ormai dilagante. Non nascondiamo la nostra preoccupazione, anche perché si tratta della ennesima intimidazione che riguarda il presidente. A lui, con affetto, la vicinanza e solidarietà della Giunta di governo, sicuri che non si lascerà intimidire e andrà avanti con il coraggio e la determinazione di sempre».
 
Minacce a Musumeci, Galluzzo: “Sono certo che non si farà intimidire”
“Sono sconcertato per le vili e gravi minacce al Presidente Musumeci e certo che non si farà intimidire. Si indaghi senza sosta per individuare i responsabili, non si può permettere che ci siano in giro criminali di questa portata”. Lo afferma Pino Galluzzo, deputato regionale di DiventeràBellissima.

Minacce Musumeci, Milazzo (FdI): “Atto inqualificabile che merita pene severe. Piena solidarietà al presidente della Regione”

“Il grave gesto intimidatorio ai danni del presidente Musumeci non merita tanti giri di parole: è un attacco inqualificabile, che poteva cagionare seri disagi e che per tale motivo, merita di essere punito dagli organi competenti. Al presidente Musumeci la mia piena solidarietà, unita all’invito a continuare a testa alta, senza recedere di un passo. È la migliore risposta che si possa dare”. Lo afferma il deputato di Fratelli d’Italia al Parlamento europeo, Giuseppe Milazzo. 

Minacce a Musumeci, M5S all’Ars: “Gesto vile e da condannare, siamo vicini al presidente”.

“Il gruppo parlamentare del M5S all’Ars esprime la massima solidarietà e vicinanza al presidente della Regione, Nello Musumeci, vittima di un atto intimidatorio. Atti di violenza come questo vanno condannati senza se e senza ma. Ci auguriamo che il vile autore sia identificato al più presto”.

Tania Pontrelli e Luca Tantino : “CI PREOCCUPA IL CLIMA D’ODIO CHE AVVELENA I POZZI DEL DIBATTITO PUBBLICO”
 
“Esprimiamo la nostra convinta e affettuosa solidarietà al Presidente della Regione per il grave atto intimidatorio subito. Conosciamo l’uomo, il suo vissuto, la sua idea di politica e il suo altissimo senso delle Istituzioni. E siamo certi che, anche questa volta, non sarà certamente l’azione di qualche sconsiderato a fermare la sua oculata azione di buon governo. Certamente indigna e preoccupa, tuttavia, il generale clima d’odio che avvelena i pozzi del dibattito pubblico. Per tale ragione auspichiamo che i responsabili di questo  vile gesto vengano presto individuati e assicurati per lungo tempo alla Giustizia”.
 
Savarino: “Vicinanza e solidarietà al presidente Musumeci”
 
“Vicinanza, affetto e solidarietà al nostro Presidente Musumeci oggetto di una pesante minaccia, accompagnata da una bomba posta sul binario della sua città, Militello, vicino alla sua casa”. A parlare l’On. Giusi Savarino, esponente di #db, che aggiunge: “Stavolta non siamo davanti al clima di odio, esacerbato da strumentali polemiche politiche. Non siamo più di fronte ad una offesa o alle tante minacce sui social, qui c’è una bomba, ed è un fatto di una gravità enorme. Sono certa che il Presidente Musumeci non si lascerà scalfire nella sua azione di governo. Un grazie agli artificieri che hanno disinnescato l’ordigno in sicurezza, e agli inquirenti l’auspicio che trovino al più presto i colpevoli di questo vile, pericoloso, gesto. Il presidente Musumeci ha già affrontato con coraggio negli anni passati pesanti minacce di morte senza lasciarsi intimidire, con il coraggio di sempre, vada avanti per i siciliani”.
 
DiventeràBellissima Corleone, solidarietà a Musumeci
 
“Presidente Musumeci ti vogliamo bene e ti siamo vicini, attoniti e dispiaciuti nel sentire di un cosí vile gesto nei tuoi confronti. Vai avanti, il nostro affetto e la nostra vicinanza possano alleviare il dispiacere di tale viltà”. Lo affermano DiventeràBellissima Corleone e il coordinatore locale Giuseppe Giandalone commentando l’atto intimidatorio nei confronti di Nello Musumeci.

L’atto intimidatorio contro Musumeci, Aricò:«Siamo al suo fianco, certi che non si farà intimidire»

«Siamo al fianco del presidente Nello Musumeci per le vili minacce nei suoi confronti e certi, ben conoscendolo, che non si farà intimidire. Il nostro auspicio è che le indagini facciano luce su questa inquietante vicenda e permettano di risalire agli autori dell’ignobile gesto». Lo afferma Alessandro Aricò, capogruppo all’Ars di DiventeràBellissima, commentando la notizia della lettera minatoria trovata all’interno di un pacco con un ordigno esplosivo sui binari della tratta ferroviaria Militello-Catania.

 


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it





Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *