Abbruscato e Chiara: “Sei domande al sindaco sull’affidamento dell’acqua all’Amap”

LA NOTA DEL GRUPPO CONSILIARE DI FORZA ITALIA A FIRMA DI ANNA CHIARA E LORELLA ABBRUSCATO

Condividi questo articolo



Sei domande alla Sindaca, Maria TERRANOVA sull’affidamento dell’acqua all’Amap di Palermo

Non vogliamo contribuire ulteriormente alla polemica in corso sulle ragioni dell’affidamento perché siamo consapevoli del fatto che è una scelta di cui i Termitani si ricorderanno e non certo in positivo.
Ecco le domande (anche se siamo certi che la Sindaca eviterà di rispondere) :

1º) è vero che le nuove tariffe Amap aumenteranno di circa il 40% rispetto alle attuali?

2º) è vero che il depuratore comunale dal 1/1/2022 (per 30 anni) sarà gestito proprio da quel servizio palermitano che recentemente è stato commissariato dal Tribunale di Palermo per aver arrecato un possibile danno ambientale ?

3º) è vero che le l’Amap versa in condizioni disastrose a causa di una gestione inadeguata rispetto al servizio che dovrebbe garantire ?

4º) è vero che altri comuni tra cui anche Terrasini continuano una battaglia legale per il mantenimento della gestione idrica in salvaguardia le cui risultanze non sono ancora evidenti ?

5º) è vero che altre municipalità tra cui anche Campofelice di Roccella hanno portato avanti una mobilitazione, di alcuni enti locali siciliani, al fine di mantenere le gestioni in salvaguardia assicurando le prescrizioni previste dalla “legge”: efficienza, efficacia ed economicità;

6º) è vero che Amap spa è una società di capitali (ancorché “pubblici”)e che quindi deve perseguire la logica del profitto, rispetto alla gestione di un bene di prima necessità come l’acqua?

Aspettiamo.

Gruppo consiliare Forza Italia- Termini Imerese





Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *