Liceo scientifico Termini Imerese: concluso il ciclo “Hodierna Latinitas”



Si è concluso la scorsa settimana “Hodierna Latinitas”, il ciclo di lezioni interattive del Liceo Scientifico Statale “Nicolò Palmeri” sul rapporto dialettico antichità/contemporaneità.

L’iniziativa, sviluppata da un parterre di illustri relatori, è stata pensata per mantenere viva l’attenzione sui temi che, in passato, hanno animato l’esperienza del Certamen Hodiernae Latinitatis. Nonostante l’emergenza sanitaria in atto abbia impedito di svolgere la consueta decennale competizione, infatti, era vivo il desiderio di non perderne lo spirito e rinnovarne la proposta.

Tale esigenza, nel mese di aprile, ha dato vita a questo percorso costituito da alcune “pillole di latinità”, volte ad avviare riflessioni sugli apporti che lo studio del passato può offrire alla comprensione del presente e ad indagare il rapporto tra la letteratura e aspetti della realtà che ad essa, inevitabilmente, si intrecciano.

«Gli interventi hanno visto protagonisti gli studenti del quarto e quinto anno del Liceo “Palmeri” e di diversi altri Istituti di Istruzione Superiore siciliani» – commenta la D.S. Marilena Anello – «costituendo anche un’esperienza di arricchimento per i docenti, dal momento che il taglio interdisciplinare dell’iniziativa si è prestato a tradursi in proposte didattiche spendibili nelle classi. Desidero ringraziare la commissione che ha reso possibile l’organizzazione di Hodierna Latinitas, nella persona del referente, Orazio Aiello, e delle colleghe Daniela Cascio, Giovanna Cassataro, Isabelle Cosentino e Marianna Lima, come anche manifestare la mia gratitudine a tutti i relatori per l’alto livello qualitativo e la vivacità professionale che hanno donato a ogni “pillola di latinità”: Paola Colace, Professoressa Ordinaria di Filologia classica presso l’Università degli Studi di Messina, nonché presidente della Commissione Giudicatrice del Certamen; i docenti Francesco Caparrotta, Massimo Bruno, Gaspare Fasullo; Fausto Clemente, relatore e D.S. che, per primo, nel 2010, ebbe l’idea propizia di avviare il Certamen Hodiernae Latinitatis.

Il dirigente scolastico Marilena Anello

Il successo riscosso fra gli studenti e gli operatori della scuola fa ben sperare per il prosieguo di questa tradizione, con l’auspicio che il 2022 sia l’anno della rinascita anche per il Certamen nella sua configurazione piena e originaria».





Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *