Opere nell’area industriale di Termini Imerese,accordo tra Irsap e Comune



Opere nell’area industriale di Termini Imerese, accordo tra Irsap e Comune Sfruttare tutte le linee di finanziamento messe a disposizione dalla Regione Siciliana, dallo Stato e dall’Unione europea per creare infrastrutture a servizio delle aziende insediate nell’area industriale di Termini Imerese. Questo l’obiettivo dell’accordo sottoscritto al palazzo comunale di Termini Imerese dal commissario dell’Irsap, Giovanni Perino, e dal sindaco Maria Terranova, alla presenza dell’assessore comunale allo Sviluppo economico Pippo Preti e del direttore generale dell’Irsap, Gaetano Collura.

Il protocollo d’intesa tra l’Irsap e il Comune del Palermitano rientra nelle iniziative volte al rilancio dell’ente regionale volute dal governo Musumeci. «Gli accordi di collaborazione tra l’Irsap e gli enti locali – dichiara l’assessore alle Attività produttive della Regione, Mimmo Turano – servono a costruire una strategia condivisa per la realizzazione di infrastrutture fondamentali nel quadro delle politiche di sviluppo, che riguardano il polo industriale di Termini Imerese».
Secondo l’accordo, le opere infrastrutturali per l’ammodernamento dell’agglomerato verranno progettate e realizzate dall’Irsap, per poi essere consegnate al Comune di Termini Imerese, che ne garantirà, nel tempo, adeguati livelli di mantenimento.
«La collaborazione instaurata tra Comune, assessorato regionale alle Attività produttive e Irsap – sottolinea il sindaco di Termini Imerese, Maria Terranova – ha portato, in tempi rapidissimi, alla sottoscrizione di un protocollo fondamentale, che consentirà la realizzazione di opere infrastrutturali strategiche tra cui le opere di urbanizzazione della seconda fase dell’area industriale, un sistema di fibra ottica, l’impianto di pubblica illuminazione che dal porto arriva al centro direzionale Asi, il completamento dell’impianto di distribuzione del gas metano. Per lo sviluppo di un territorio è necessaria la leale cooperazione tra istituzioni e questo rappresenta un punto importante».





Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *