Pasqua: a Polizzi Generosa e nelle Madonie regna il silenzio FOTO E VIDEO



Polizzi Generosa, un piccolo simbolo di festa: il tamburo. Strumento fin dall’antichità utilizzato per annunciare “qualcosa” si fa portavoce e simbolo di festa. Nei paesi soprattutto, i tamburi suonano lungo le strade per aprire le processioni, per dare annuncio delle celebrazioni solenni ,per annunciare un giorno di festa e tanto altro. Vari sono i messaggi. Questo suono è un grido di gioia, quest’oggi lo è anche di speranza.

La gente, nelle case dei comuni madoniti, attende. Ha ancora pazienza e confida in essa. Si conforta nel continuare le tradizioni culinarie, dolciarie per eccellenza e vuole, nel proprio piccolo, appellarsi alla normalità che vorrebbe vivere dentro ma anche fuori la propria vita. I corsi senza gente, senza anime, le pattuglie di carabinieri: quel clima fantasma e d’arresto dello scorrere quotidiano ed abituale, lo si è vissuto già a Natale. È un ripetersi anche adesso. L’augurio è che sia l’ultimo.

Le foto

FB_IMG_1617561277723

Immagine 1 di 11

Video

 





Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *