Termini Imerese: due nuovi casi Covid al liceo scientifico, ma la situazione è sotto controllo



Due nuovi casi di positività al Covid sono stati registrati al liceo scientifico “N.Palmeri” di Termini Imerese. La notizia è stata comunicata nei giorni scorsi dal dirigente scolastico Marilena Anello con una circolare ufficiale, nella quale si  comunicava che nella giornata del 23 marzo tutte le classi avrebbero effettuato le lezioni in D.A.D., in quanto nei locali della scuola sarà effettuata sanificazione straordinaria”. Il dirigente scolastico, contattato dalla nostra redazione ha rassicurato e dato comunicazione sulla situazione.

La nota del dirigente scolastico Marilena Anello

«Ringrazio la disponibilità di questo servizio giornalistico per poter dare qualche cenno in più sulla sospensione delle attività didattiche in presenza di giorno 23 marzo, disposta al fine di consentire la sanificazione straordinaria dei locali. La sera prima, infatti, avevamo saputo della positività di uno studente e poi di un altro compagno di classe nonché concittadino e amico del primo. Da qui la sanificazione urgente, per poi riprendere con i regolari turni di attività didattiche in presenza e in DDI giorno 24, mentre gli studenti contatti stretti, che continueranno in DDI per tutto il tempo della quarantena, effettueranno il tampone a cura dell’USCA in modalità drive-in giorno 1 aprile nello spiazzo della scuola.

Il dirigente scolastico Marilena Anello

Colgo l’occasione per rendere noto che ieri pomeriggio (24 marzo), con le stesse modalità, sono stati effettuati i tamponi di fine isolamento relativi al primo e finora unico altro caso di classe in quarantena, che ha avuto inizio a ridosso del weekend di metà marzo, probabilmente con minore risonanza in quanto la sanificazione straordinaria era ricaduta nel weekend.

Tutti i tamponi effettuati ieri (24 marzo) sono risultati negativi, determinando la fine della quarantena per questi ragazzi e un sollievo per tutta la comunità scolastica che ora auspica lo stesso epilogo per i contatti stretti dei due casi attuali. Complici i diversi mesi di didattica a distanza disposti dai DPCM autunnali, fra l’altro, questa scuola non aveva mai avuto, prima di marzo, sperimentazione diretta di casi Covid all’interno né del conseguente stress sostenuto dalle persone più strettamente coinvolte e da tutta la comunità scolastica in casi del genere. In virtù di questo impatto non semplice, ringrazio i docenti e tutto il personale per il lavoro svolto anche in questo periodo senza risparmiarsi, e le famiglie per lo spirito di collaborazione mostrato. Altri ringraziamenti sento di farli all’assessore Corpora per la grande disponibilità, così come all’Usca, l’Usca scuole e il Dipartimento di prevenzione per i feedback forniti. Auspico che un prossimo comunicato stampa possa vertere su argomenti diversi, su iniziative da condividere, tuttavia l’informazione sullo stato dei fatti in materia di Covid vuol avere il senso di dare un opportuno minimo riscontro su questa centrale problematica».





Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *