Condannati per mafia percepivano reddito cittadinanza



I Carabinieri della Compagnia di Lercara Friddi hanno denunciato cinque persone, indagate per aver reso false dichiarazioni all’INPS al fine di ottenere il reddito di cittadinanza.

In particolare, tre dei cinque denunciati avevano già riportato condanna definitiva per associazione per delinquere di tipo mafioso (416 bis c.p.), condizione ostativa per il rilascio del reddito di cittadinanza.

I redditi percepiti indebitamente ammontano complessivamente a circa 20mila euro.

All’Autorità Giudiziaria di Termini Imerese verrà richiesta l’emissione del provvedimento di sospensione e successiva revoca del beneficio.





Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *