Omicidio Caccamo: sopralluogo al campo sportivo, Roberta potrebbe essere stata uccisa lì



Vanno avanti senza sosta le indagini dei carabinieri della compagnia di Termini Imerese per fare luce sull’omicidio di Roberta Siragusa, la giovane di 17 anni, trovata morta nelle campagne di Caccamo la mattina di domenica scorsa. Il Servizio Investigazioni Scientifiche adesso si trova nel campo sportivo di Caccamo e nelle aree limitrofe all’ingresso del paese, secondo prime indiscrezioni sembrerebbe che la ragazza possa essere stata uccisa in quella zona.

Un paese blindato per consentire le indagini. La comunità è scossa e sarà a lutto fino al giorno dei funerali, come ha raccontato ieri il sindaco Nicasio Di Cola (clicca qui), che chiede giustizia e verità per Roberta. Intanto si attende l’esito dell’autopsia sul corpo della giovane diciassettenne, programmata per oggi ma slittata e l’udienza di convalida del fermo del fidanzato, Pietro Morreale che si trova presso la casa circondariale “Antonino Burrafato” di Termini Imerese ed è accusato di omicidio volontario e occultamento di cadavere. L’avvocato Giuseppe Di Cesare, difensore di Pietro Morreale, infatti ha chiesto al Gip l’incidente probatorio sull’esame autoptico, cambiano così le modalità con la nomina di nuovi periti.





Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *