Legali Roberta Siragusa: “I giornalisti evitino di pubblicare foto di Roberta con l’indagato”

Riportiamo il comunicato ufficiale dei legali della famiglia Siracusa

Condividi questo articolo



Gli Avvocati Giuseppe CANZONE e Sergio BURGIO, difensori della famiglia della povera Roberta SIRAGUSA, per volere dei genitori e del fratello di Roberta, comunicano che i medesimi e i parenti tutti ritengono di non rilasciare interviste, in questi momenti cruciali e fondamentali per le indagini, che li vedono duramente segnati e non pronti per tale attività.

Il diritto di cronaca giudiziaria è sacrosanto e verrà rispettato; si ringraziano coloro che, dedicando attenzione alla tragedia, lo stanno esercitando con scrupolo e diligenza, confidando che i valori deontologici siano osservati rigidamente da tutti al fine di tutelare il rispetto verso la persona, la sua dignità e il suo diritto alla riservatezza in quanto soggetto minore e vittima di reato.

La famiglia, poi, prega giornalisti e utenti social di evitare la pubblicazione di foto che ritraggono ROBERTA accanto all’indagato del suo omicidio.

Si esortano, poi, gli amici di Roberta e chiunque ne sia a conoscenza, a comunicare immediatamente, ai Carabinieri della Stazione di Caccamo o ai Carabinieri della Compagnia di Termini Imerese, qualsiasi particolare o accadimento, verificatosi anche prima della tragedia, che possa aiutare gli investigatori a ricostruire i fatti: anche circostanze apparentemente ininfluenti, potrebbero rivelarsi importanti per il raggiungimento dell’unico obiettivo comune, LA VERITA’.

Si esprime, ancora una volta, piena e incondizionata fiducia nei confronti della Procura della Repubblica di Termini Imerese, dell’Arma dei Carabinieri e in particolare nei confronti della Compagnia di Termini Imerese, della Stazione di Caccamo e dei reparti speciali, tutti delegati a svolgere le indagini.

La famiglia, infine, esprime profonda gratitudine nei confronti di tutte quelle persone che hanno espresso sentimenti di sincero cordoglio, per la drammatica perdita di ROBERTA, con gesti e messaggi di vicinanza, pervenuti da ogni parte d’Italia.





Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *