Il Parco delle Madonie promuove il cibo a km zero e firma un protocollo d’intesa con il gruppo “Io compro siciliano”

Condividi questo articolo



L’ente Parco delle Madonie e la Med Italia, società cooperativa ideatrice e promotrice del progetto “Io compro 
siciliano” insieme per lo sviluppo di iniziative finalizzate allo sviluppo economico e sociale delle comunità residenti nel parco, con particolare riferimento alle attività produttive tradizionali, culturali, sociali e turistiche e che favoriscano un miglioramento della qualità della vita nel territorio.

A tale scopo, a palazzo Pucci Martinez, sede del Parco delle Madonie, è stato sottoscritto, dal presidente Angelo Merlino e dal presidente di Med Italia, Giuseppe Giorgianni un protocollo d’intesa.

“Il protocollo – spiega il presidente Merlino – oggi rappresenta un passaggio fondamentale nella mia idea di fare sistema e mettere in rete tutte le realtà del territorio madonita. Attraverso #iocomprosiciliano ognuno può avere la possibilità di godere di una visibilità che da soli difficilmente possono raggiungere. Fin dal primo momento ho colto subito le potenzialità che questa piattaforma poteva garantire in termini di promozione delle realtà che insistono nel territorio. Attività non solo legate al food ma tutte le attività produttive che, per forza di cose, sono collegate tra di loro”.

La Med Italia, società cooperativa è ideatrice, titolare e promotrice del progetto “Io Compro Siciliano”, ed è impegnata nel sostenere e promuovere le produzioni siciliane di qualità e l’uso delle materie prime di provenienza siciliana, al fine di sostenere la filiera del territorio dell’isola e consentire lo sviluppo economico e sociale dei 
produttori siciliani. I soggetti che aderiscono al progetto “Io Compro Siciliano” si impegnano a sostenere e promuovere le produzioni siciliane sostenibili e di qualità e l’uso delle materie prime di provenienza siciliana e di forte identità locale; il Codice etico con cui la Med Italia società cooperativa intende condurre il progetto “Io 
Compro Siciliano” prevede di indirizzare il comportamento individuale e collettivo verso scelte di consumo consapevoli e capaci di incidere favorevolmente sull’economia delle imprese siciliane, siano esse piccole, medie o grandi aprendole a nuove opportunità di sviluppo.Il tutto in perfetta sintonia con le finalità dell’ente Parco delle 
Madonie, che è anche titolare del marchio di qualità denominato Paniere Natura “sostegno alla creazione, al riconoscimento comunitario al controllo di prodotti regionali di qualità”. Con questo protocollo d’intesa, spiegano e due parti firmatarie: “Le due organizzazioni intendono elaborare congiuntamente iniziative progettuali per il 
miglioramento della qualità della vita delle comunità residenti nell’area madonita e che favoriscano la consapevolezza verso il consumo dei prodotti agroalimentari locali di qualità e provenienti da 
produzioni sostenibili e che entrambi sono in possesso delle competenze e delle capacità operative necessarie ad una gestione efficace ed efficiente delle iniziative promosse”. Per raggiungere questo obiettivo, si attiverà una comunità di intenti tra Med Italia società cooperativa e Il Parco delle Madonie, affinché il progetto “Io Compro Siciliano” possa contribuire a sostenere e sviluppare le iniziative dell’Ente, relative al rispetto dell’ambiente, alla sua valorizzazione, alla consapevolezza verso il consumo di cibo locale, guardando alla valorizzazione delle colture 
tipiche del territorio e che risponda cosi anche al sostegno dell’economia siciliana ed in particolare dei piccoli produttori, rafforzando così l’identità e uno stile di vita, oltre che alimentare, rispettoso dei territori e delle tradizioni locali. «Identità, provenienza e qualità sono i tre fondamenti sui quali abbiamo costruito e lanciato il nostro progetto – hanno affermato Giuseppe Giorgianni, Davide Morici e Francesco Caravello i tre fondatori di Io 
Compro Siciliano – da qui la consapevolezza che aprirsi ad un rapporto di collaborazione con l’Ente Parco delle Madonie fosse quasi un percorso obbligato. Con queste premesse oggi salutiamo la stipula del protocollo d’intenti che siamo certi porterà nel breve e medio termine ad una serie di iniziative interessanti nell’ambito della tutela e 
valorizzazione dell’ambiente e della biodiversità, dello sviluppo sostenibile e del supporto a quelle piccole e medie imprese artigiane che già impreziosiscono il territorio madonita. E in tal senso garantiamo il nostro impegno allo scopo di ideare, condividere e sostenere per esempio progetti che valorizzino l’area sul fronte dello sviluppo del turismo esperenziale che ben si sposa con le caratteristiche del Parco e per creare nuove campagne di sensibilizzazione ed educazione sui temi a cui l’Ente lavora già da molti anni». La convenzione durerà al momento due anni.

“I prossimi passaggi – conclude il Presidente Angelo Merlino – previsti dall’accordo sono quella promozione dei singoli territori del parco attraverso i diversi format che la piattaforma propone”.






Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *