Arriva il plasma autoimmune per salvare una donna positiva al Covid

Condividi questo articolo





Da Pavia fino all’ospedale Cervello di Palermo.

E’ una corsa contro il tempo quella che stanno vivendo i sanitari dell’ospedale Cervello di Palermo. Da giorni, infatti, nel nosocomio del capoluogo siciliano è stata ricoverata una donna di 34 anni in gravidanza, risultata positiva al Covid 19 e in gravi condizioni di salute. La giovane è originaria del Bangladesh ma residente in Sicilia da tempo. Era appena tornata da Londra, dopo aver fatto uno scalo a Roma. A quanto si apprende, al momento del rientro sull’isola, nessun sintomo (né febbre, né altro) aveva fatto presagire contatti con il coronavirus. La ragazza è rimasta comunque in isolamento domiciliare, fino a quando ha iniziato a sentirsi male, fino al ricovero avvenuto nei giorni scorsi. Le condizioni sono parse subito gravi.

Ora, secondo quanto riportato dall’ANSA, i medici della rianimazione del Cervello hanno richiesto e ottenuto due sacche di plasma autoimmune per salvare la vita alla futura mamma. Il tutto è arrivato da Pavia, durante la scorsa notte attraverso un volo di Stato. Saranno le prossime ore a dire come si evolveranno le condizioni di salute della giovane trantaquattrenne.

 








Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *