Polemica Ztl Palermo, Figuccia: “La salute si tutela con più controlli sanitari per cittadini e dipendenti comunali”

Condividi questo articolo

“All’assessore Catania, così preoccupato dalle emissioni dei gas di scarico delle autovetture al punto da immaginare di ripristinare la ztl, vorrei porre esporre un quesito: si è preoccupato per caso dei tanti dipendenti comunali, fra cui ad esempio vigili urbani ed operai delle partecipate, come Rap e Reset, costretti a lavorare ogni giorno fra smog e inquinamento atmosferico?”, afferma Sabrina Figuccia.

Sabrina Figuccia
Condividi questo articolo

All’assessore Catania, così preoccupato dalle emissioni dei gas di scarico delle autovetture al punto da immaginare di ripristinare la ztl, vorrei porre esporre un quesito: si è preoccupato per caso dei tanti dipendenti comunali, fra cui ad esempio vigili urbani ed operai delle partecipate, come Rap e Reset, costretti a lavorare ogni giorno fra smog e inquinamento atmosferico?”, afferma Sabrina Figuccia, consigliere comunale dell’Udc di Palermo che prosegue: “Se è vero che esiste una stretta connessione fra il contagio covid e l’inquinamento, mi aspetterei dal nostro attento assessore novello ambientalista, un’attenzione non soltanto finalizzata a rimpinguare le casse comunali con l’obolo ztl, ma una reale attenzione rispetto a rigidi protocolli in materia di sicurezza sul lavoro. Dispositivi di sicurezza, visite mediche più frequenti, test sierologici e tamponi dimostrerebbero la sua attenzione verso il problema, non certo l’istituzione di un provvedimento destinato solo a fare cassa”.





Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *