Covid-19, obbligo mascherine, Giaconia: “Serve un piano per reperimento e distribuzione gratuita”

Condividi questo articolo

“Rendere agevole il reperimento e la gratuita distribuzione ai cittadini delle mascherine, dal momento che il loro uso è stato reso obbligatorio”, ha detto Massimo Giaconia, consigliere comunale di Palermo, del gruppo Avanti insieme.

Massimo-Giaconia
Condividi questo articolo



A seguito della nuova ordinanza emessa dal presidente della regione, Nello Musumeci che prevede l’obbligo per i lavoratori dei negozi di alimentari di portare sempre la mascherina. E’ inoltre obbligatorio indossare i guanti o, in alternativa il lavaggio frequente delle mani con disinfettante e per i cittadini scatta l’obbligo di indossare una mascherina quando ci si trova in spazi piccoli nei quali non è possibile mantenere la distanza minima di un metro, è intervenuto il consigliere comunale, Massimiliano Giaconia, del gruppo Avanti Insieme,  che con una lettera indirizzata al Presidente della Regione, al Prefetto e al Sindaco anche nella qualità di Presidente dell’ANCI, ha chiesto la predisposizione di “Un piano volto a rendere agevole il reperimento e la gratuita distribuzione ai cittadini delle mascherine, dal momento che il loro uso è stato reso obbligatorio dalla suddetta Ordinanza per i gestori dei negozi di generi alimentari e per tutti coloro i quali si venissero a trovare in spazi ristretti al cui interno non sarebbe possibile rispettare la prescritta distanza di un metro”.

Ancora oggi infatti, sono pochi i rivenditori che sono forniti dei preziosi dispositivi – aggiunge il consigliere Giaconia- e quando si trovano hanno un costo che muta con al variare di diversi parametri (per esempio il modello), una spesa che non può gravare sulle tasche delle tante o meglio troppe persone che già hanno gravi difficoltà a procurarsi il cibo per la sopravvivenza”.





Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *