Cento metri di solidarietà: dalla provincia di Catania una catena fino alle Madonie

Condividi questo articolo






E’ partita qualche giorno fa dalla provincia di Catania una catena di solidarietà che da Calatabiano raggiungerà le Madonie. La solidarietà quella che scalda il cuore e soprattutto gratuita. La Startex Srl, un’azienda che da diverse generazioni si occupa di commercio di tessuti made in Italy, che ha già fornito migliaia di mascherine a Sindaci di molti Comuni siciliani, Forze Armate, e Presidi Ospedalieri, continua nella propria opera di sensibilità verso chi in questo momento non ha grandi margini di spostamento.

Dice il Commissario Caltagirone – “Il Parco delle Madonie ha messo in moto la macchina organizzativa per assicurare al territorio, e non solo, le mascherine che, in previsione dell’annunciato picco dei contagi possono essere davvero determinanti per scongiurare ulteriori pericoli per le nostre comunità, nelle quali, fra l’altro, vi è una cospicua presenza di anziani”. Continua – Ringrazio pubblicamente la Startex di Calatabiano e il Responsabile Salvatore Trovato, l’Assessore Regionale al Territorio Toto Cordaro, il Corpo Forestale Regionale e i loro dirigenti Filippo Principato e Giuseppe Chiarelli che hanno coordinato le operazioni di trasporto, il CAO Sicilia e l’Azienda madonita Coppole e Maglie di Petralia Sottana che con l’aiuto di altri volontari realizzerà le mascherine”. Il ritiro è stato coordinato dalla responsabile regionale del CAO SICILIA Sandy Villari che dichiara – desidero ringraziare l’assessore Stefano Brianni, del Comune di Calatabiano per la disponibilità e la sensibilità nel farsi portavoce della richiesta di 100 mt e più di tessuto che consentirà la realizzazione di 3500 mascherine, alcune delle quali, saranno destinate anche ai nostri volontari, in prima linea, in modalità h24, in Provincia di Palermo e che si occupano della distribuzione e recapito degli alimenti ai cittadini più bisognosi”.











Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *