Comune di Palermo, raggiunte le 18 firme: pronta la mozione di sfiducia al sindaco Orlando

“La mozione di sfiducia al sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, sarà presentata questa mattina, quando apriranno gli uffici”, lo annunciano i consiglieri comunali del Movimento 5 Stelle di Palermo.

Condividi questo articolo

scritto da:

Redazione



Sono pienamente soddisfatta che finalmente, dopo mesi di sollecitazioni a Sala delle Lapidi, la mozione di sfiducia a Orlando sia stata sottoscritta dal quorum di firmatari richiesto dal regolamento”, a dichiararlo è Sabrina Figuccia consigliere comunale dell’Udc

Già in tempi non sospetti e prima ancora dei recenti boatos giudiziari, ho esortato i colleghi dell’opposizione a sottoscrivere quello che a mio parere è un atto dovuto al quale auspico possa seguire nei prossimi giorni l’endorsement responsabile e maturo degli stessi componenti della maggioranza, i quali prenderanno certamente atto della cattiva gestione e dell’inadeguatezza di questa amministrazione che da tempo ha raggiunto capolinea“, aggiunge la Figuccia.

Mi aspetto meno giannizzeri orlandiani e più coerenza soprattutto davanti ai tantissimi palermitani stremati da tanto qualunquismo e da altrettanta incompetenza“, conclude Sabrina Figuccia.

La mozione di sfiducia al sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, sarà presentata questa mattina, quando apriranno gli uffici”, lo annunciano i consiglieri comunali del Movimento 5 Stelle di Palermo.

Finalmente si è trovata la condivisione con gli altri consiglieri comunali di opposizione sulla mozione che il MoVimento 5 Stelle aveva già predisposto e proposto a fine novembre scorso. Nel pomeriggio sono state raggiunte le firme necessarie per la presentazione formale dell’atto al Presidente del Consiglio comunale”, aggiungono i pentastellati.

“Con altri gruppi politici e singoli Consiglieri comunali si è raggiunta la piena condivisione di un nuovo documento che tiene conto anche dei gravissimi fatti di corruzione che nei giorni scorsi hanno investito l’Amministrazione comunale e due Consiglieri di maggioranza a Palermo, dello scandalo dei cimiteri e della cattiva gestione dei rifiuti nel capoluogo siciliano”, conclude il gruppo M5s Palermo.

 





Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *