Bimba di 9 anni costretta dai genitori a prostituirsi, arrivano le condanne

Condividi questo articolo

Piccole somme, tra i 5 ed i 30 euro, pagate per avere rapporti sessuali con una bimba di appena 9 anni. Un dramma consumato nelle campagne di Trappeto e che a febbraio dello scorso anno aveva portato all’arresto dei clienti e dei genitori della bambina. Sarebbero stati il papà e la mamma, infatti, a vendere la piccola.

Ieri pomeriggio,  due uomini di 63 e 79 anni sono stati condannati dalla seconda sezione del tribunale ad otto anni di carcere ciascuno. Entrambi gli imputati erano amici di famiglia dei genitori, che a loro volta sono già stati condannati rispettivamente a otto anni ed otto mesi e a sei anni ed otto mesi di reclusione con il rito abbreviato (la sentenza è pendente in appello).

Il collegio presieduto da Lorenzo Matassa è stato meno severo di quanto avrebbe voluto il sostituto procuratore Chiara Capoluongo, che aveva coordinato l’indagine dei carabinieri e chiesto due condanne ad undici anni.

 

Fonte: GdS





Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *