Rinvenuti due ordigni bellici della II guerra mondiale nel golfo di Termini Imerese

Condividi questo articolo



Sono stati rinvenuti due ordigni bellici nel golfo di Termini Imerese lungo il litorale del comune di Santa Flavia. Si tratta di un proiettile di medio calabro e una bomba, adagiati su un fondale di 12 metri a circa 200 metri dal porto di Porticello e presso la caletta di Santa Elia su un fondale di 3 metri

Gli ordigni sono stati inizialmente segnalati alla Guardia Costiera di Porticello direttamente dai privati cittadini che, nel corso di immersioni subacquee, gli avevano rinvenuti tra il mese di ottobre e di novembre.

Cosi sono state effettuate  le operazioni di individuazione, inertizzazione, bonifica e brillamento, dai palombari della Marina Militare in servizio presso il Nucleo SDAI di Augusta con la collaborazione del personale militare e dei mezzi navali della Guardia Costiera di Porticello e  sotto il coordinamento della Direzione Marittima della Sicilia Occidentale e Capitaneria di Porto di Palermo.

La zona è stata subito interdetta a qualsiasi attività da parte della Prefettura di Palermo per l’intervento degli specialisti della Marina Militare. Le attività di ricognizione eseguite dai militari dello SDAI hanno appurato che entrambi gli ordigni sono risalenti al periodo bellico dello scorso millennio.

Il personale della Marina Militare con il supporto della Guardia Costiera di Porticello e della motovedetta CP524, messi in sicurezza gli ordigni, ha provveduto a trasportarli al largo.

 

 






Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *