Omicidio donna incinta in provincia di Palermo:le foto della drammatica sequenza

Condividi questo articolo

femminicio partinicofoto

Immagine 1 di 4

ultimi fotogrammi

A pochi giorni dall’omicidio della giovane trentenne, Anna Maria Lacramioara Di Piazza, si fanno sempre più chiare le dinamiche che hanno portato al delitto della donna incinta.  L’allarme è stato lanciato intorno alle ore 8 dello scorso venerdì, da una donna che casualmente transitava nella zona,  ha chiamato i carabinieri della compagnia di Partinico e ha segnalato la presenza di una giovane con il volto pieno di sangue ed i vestiti strappati tra lo svincolo di Balestrate ed Alcamo. 

La vittima era scesa da un furgone bianco ed era inseguita da un uomo. Così sono partite le indagini che hanno portato all’arresto di Antonino Borgia, imprenditore di Partinico di 51 anni, accusato di avere ucciso Ana Maria Di Piazza, trentenne di origini romene, residente a Giardinello.

Sembrerebbe che ad incastrare l’uomo vi siano anche alcune riprese del sistema di videosorveglianza dell’abitazione di un uomo residente in una campagna a Balestrate nei pressi del luogo dell’aggressione. Una lite furiosa sarebbe scaturita tra i due, sfociata poi nella violenta aggressione con un bastone ed un coltello.

Dalle immagini si sentirebbe la donna che urla: “Ma che fai aspettiamo un bambino, io ti amo”. Dopo il dramma e la morte. 

L’uomo poi avrebbe abbandonato il corpo legato e nascosto sotto teli e alcune frasche in aperta campagna a Partinico. Intanto sono in corso le indagani e si attende l’esito della autopsia che chiarirà anche se la donna fosse davvero incinta.





Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *