Concorsi pubblici: bando per 200 unità da avviare nella carriera in Prefettura

Condividi questo articolo

Un nuovo concorso pubblico è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale: si tratta di una selezione, per 200 unità, finalizzata al reclutamento di giovani da avviare verso la carriera prefettizia.

Il bando scadrà il 19 dicembre 2019. Si tratta di un concorso pubblico con un alto tasso di difficoltà.

Con la Gazzetta Ufficiale pubblicata il 19 novembre 2019 è indetto un concorso pubblico, per titoli ed esami, di 200 posti da avviare alla qualifica iniziale della carriera prefettizia (previa la partecipazione ad un corso di formazione iniziale).

Possono presentare la loro candidatura coloro che soddisfano i seguenti requisiti:

  • cittadinanza italiana;
  • 35 anni non compiuti: il limite è aumentato di un anno per i coniugati e di un altro anno per ogni figlio vivente. Aumenta di cinque anni nel caso degli appartenenti alle categorie protette. Per chi ha prestato servizio militare, invece, questo limite è aumentato per un numero di anni pari alla durata dello stesso, ma non oltre i tre anni;
  • possesso delle qualità morali e di condotta, oltre a godimento dei diritti civili e politici;
  • idoneità fisica all’impiego.

Vi è poi il titolo di studio. Nel dettaglio, possono partecipare coloro che hanno conseguito uno tra:

Laurea magistrale

  • LMG/01 giurisprudenza
  • LM-62 scienze della politica
  • LM-52 relazioni internazionali
  • LM-63 scienze delle pubbliche amministrazioni
  • LM-56 scienze dell’economia
  • LM-77 scienze economico-aziendali
  • LM-88 sociologia e ricerca sociale
  • LM-87 servizio sociale e politiche sociali
  • LM-90 studi europei
  • LM-84 scienze storiche

Laurea specialistica

  • 22/S giurisprudenza
  • 102/S teoria e tecniche della normazione e dell’informazione giuridica
  • 70/S scienze della politica
  • 60/S relazioni internazionali
  • 71/S scienze delle pubbliche amministrazioni
  • 64/S scienze dell’economia
  • 84/S scienze economico-aziendali
  • 89/S sociologia
  • 57/S programmazione e gestione delle politiche e dei servizi sociali
  • 94/S storia contemporanea
  • 99/S studi europei.

Diploma di laurea

  • giurisprudenza
  • scienze politiche
  • scienze dell’amministrazione
  • economia e commercio
  • economia politica
  • economia delle amministrazioni pubbliche e delle istituzioni internazionali,
  • sociologia
  • storia

Il concorso quindi è riservato a coloro che hanno una laurea e un’età non superiore ai 35 anni (limite innalzabile, in presenza di determinate condizioni, fino ad un massimo di 40 anni). Chi sarà ammesso dovrà sostenere una serie di prove prima di raggiungere l’ambizioso obiettivo di iniziare una carriera in prefettura: ecco nel dettaglio di quali prove si compone il concorso e quali sono le materie da approfondire.

 

Come candidarsi

I candidati devono produrre domanda di partecipazione ricorrendo alla procedura informatizzata alla quale si potrà accedere cliccando qui.





Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *