Voto di scambio: novantasei indagati, nel mirino anche termitani



Sono novantasei gli indagati con l’accusa di voto di scambio in tutta la Sicilia. Nel mirino degli inquirenti ci sono anche esponenti politici termitani.

Nell’inchiesta, guidata dalla procura di Termini Imerese, sono presenti nomi di assessori regionali, deputati e sindaci del comprensorio Imerese e madonita.
Tra i nomi che suscitano più scalpore, oltre ai fratelli Caputo, l’ex presidente della Regione Totò Cuffaro, il capogruppo all’Ars di Diventerà Bellissima Alessandro Aricò, il sindaco di Termini Imerese, Francesco Giunta.


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it




Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.