Fidanzati si chiudono in garage con auto accesa: i corpi trovati senza vita

1 min read

Rimani sempre aggiornato


NOTIZIE DI CRONACA DALL’ITALIA

Una terribile tragedia si è consumata a Napoli, dove sono stati ritrovati  i cadaveri di due fidanzati, deceduti all’interno di un piccolo garage in via Fosso del Lupo, nel quartiere di Secondigliano.

Stando a quanto ricostruito, i due cercavano un luogo isolato per un momento di intimità e sarebbero rimasti uccisi dai gas di scarico dell’auto. Le vittime sono un 24enne del posto, Vincenzo Nocerino, nella foto, e una 19enne di origini straniere.

Come si apprende dagli organi di stampa locali, eri sera i due si sono recati a una festa e poi, al rientro, si sono trattenuti nella vettura, nel garage, lasciando il motore acceso, forse per scaldarsi. Senza accorgersene, però, sono stati uccisi dalle esalazioni di monossido di carbonio.

A ritrovare i due corpi stato il papà del 24enne che era alla guida della vettura, il quale ha immediatamente lanciato l’allarme.

Il proprietario del box è proprio il genitore di Vincenzo Nocerino.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri della stazione di Secondigliano per avviare le indagini.
CONTINUA A LEGGERE SU HIMERALIVE.IT


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it





Leggi anche

Altri articoli: