Ultima ora:

Crolla solaio durante matrimonio: prima sera di nozze in ospedale per due sposini

2 min read

Rimani sempre aggiornato


NOTIZIE DI CRONACA DALL’ITALIA

«Abbiamo avuto molta paura, la nostra prima notte di nozze trascorsa in pronto soccorso». Queste le parole che Paolo e Valeria, i due sposi del banchetto finito col crollo del solaio e il ferimento di alcuni invitati, hanno detto a chi era al pronto soccorso dell’ospedale San Jacopo di Pistoia dove i due 26enni sono stati trasportati.

I due fortunatamente, dopo tutti gli accertamenti, sono stati dimessi.

Il racconto

Sia l’uomo che la donna erano stati trasporti in ospedale per accertamenti: le dimissioni in serata. Per loro, fanno sapere fonti sanitarie, solo qualche contusione e tanta paura. Tra i feriti in codice rosso arrivati ieri nel nosocomio pistoiese anche una donna incinta che non è in pericolo di vita ma che resta ricoverata in osservazione. Al San Jacopo delle 12 persone ferite arrivate a seguito del crollo ne restano ricoverate tre, tra cui la donna incinta. All’ospedale fiorentino di Careggi sono invece stati trasportati un uomo e una donna, entrambi in codice rosso. I due sono ricoverati in prognosi riservata e, sempre secondo quanto appreso da fonti sanitarie, sarebbero in condizioni stabili.

Lo sposo, secondo quanto si apprende, sarebbe originario del Fiorentino e residente a Scandicci (Firenze) mentre la moglie sarebbe di origine americana. Il matrimonio era stato celebrato poche ore prima nella parrocchia di San Bartolomeo in Tuto a Scandicci dove risiede anche la famiglia del 26enne.

Le parole del sindaco di Pistoia

«Sul posto ieri sera sono arrivati i proprietari della struttura e si sono intrattenuti sia con i vigli del fuoco che con i carabinieri per cercare di ricostruire i fatti e capire come era stato locato il locale – ha spiegato il sindaco di Pistoia Alessandro Tomasi, subito arrivato sul luogo dell’evento -. Attraverso la centrale delle maxiemergenze i soccorsi sono stati tempestivi così come il coordinamento. La complessità era quella di coordinare l’attivazione dei pronto soccorso e trovare i mezzi per gli spostamenti dei feriti. A tutti è stata offerta la possibilità di fare controlli negli ospedali. Ci teniamo a monitorare i codici rossi e gialli con la speranza che i feriti possano essere dimessi al più presto. E’ già un sollievo sapere che nessuno è in pericolo in vita».

 
 
 
 
 
 

 
 
 


CONTINUA A LEGGERE SU HIMERALIVE.IT


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it





Leggi anche

Altri articoli:

Cristiano Malgioglio Music Show a Termini Imerese la domenica di Carnevale

Costanza d’Altavilla: l’ultima Regina normanna

Eventi:

Scrivi alla redazione!