Termini Imerese: una strada una storia, la via Diego Mormino

3 min read

Rimani sempre aggiornato


 
E’ una strada poco conosciuta e poco frequentata; si inoltra infatti in una zona quasi disabitata, all’interno della via detta dei Cavallacci.
 
La sua intitolazione è abbastanza recente; anche se un vecchio documento ci riporta di una richiesta fatta in tal senso, addirittura nel 1939.
 
Diego Mormino, nostro giovane concittadino, apparteneva a famiglia ben conosciuta; ed era nato nella nostra città il 16 marzo del 1896.
 
La sua vita fu breve; infatti, chiamato alle armi nella grande guerra 1915/18, egli moriva a soli 20 anni, il giorno 11 aprile del 1916, combattendo nella battaglia di Conca di Plezzo.
 
Era già sottotenente del 5° Reggimento di Fanteria; e il suo coraggio gli valse la medaglia d’argento al valor militare. Nel 1939, durante il periodo fascista, il Podestà di Termini Imerese Avv. Natale Fucà, pensò di cambiare nome ad alcune strade della nostra città intitolandole a concittadini che si erano distinti nel corso della grande guerra per la difesa della Patria.
 
E qui vi pubblico la richiesta che venne fatta proprio dalla mamma del sottotenente Mormino, affinché anche al figlio fosse dato il nome di una strada. Ecco cosa scriveva testualmente:
“La sottoscritta, Catalano Lucia ved. Mormino, nata e domiciliata n Termini Imerese, in vicolo Catalano, Piazza Marina, madre del Sottotenente Mormino Diego fu Antonino, morto nella grande guerra, 1915-18, ammirando lo spirito di patriottismo che Vi anima e che manifestate anche nell’assegnare alle varie strade di Termini i nomi degli eroi termitani, Vi prega vivamente di tener presente in tale assegnazione il nome di detto figlio.
La sottoscritta si permette ricordarVi che il figlio Sottot. Mormino Diego fu Antonino, nato nel 1896, nella casa Mormino Catalano posta in via Bagni, moriva l’11-4-1916 in Conca di Plezzo e fu decorato con medaglia d’argento.
La sottoscritta, sicura di leggere su una strada di Termini anche il nome del figlio suo, sentitamente ringrazia…”
 
A quella lettera, che il 22 marzo del 1939 Lucia Catalano aveva scritto con tanto amore, purtroppo non venne dato seguito; e la povera mamma non poté avere il piacere di quella testimonianza. Ma a volte, e magari inaspettatamente, la storia rende ugualmente giustizia.
 
E così, dopo circa 70 anni, fu il dott. Enzo Giunta, allora sindaco della città e anche lui appassionato cultore di storia locale, che ricordandosi di quel valoroso soldato, e pur nulla sapendo di questa lettera venuta alla luce recentemente, gli volle rendere onore intitolandogli, finalmente, una delle strade di Termini.
 
Nella foto tratta dal libro di Enzo Giunta “Personaggi illustri…” il giovanissimo sottotenente Mormino.


CONTINUA A LEGGERE SU HIMERALIVE.IT


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it





Leggi anche

Altri articoli: