Madonie: inaugurato un sentiero che porta il nome di Biagio Conte

4 min read

Rimani sempre aggiornato


Inaugurato vicino al bivio di Portella Colla, il sentiero dedicato a Biagio Conte, alla presenza del presidente della Regione Siciliana, Renato Schifani, dell’assessore regionale al Territorio e all’ambiente, Elena Pagana, del dirigente del dipartimento regionale Ambiente, Patrizia Valenti, del commissario straordinario del Parco delle Madonie, Salvatore Caltagirone, del vescovo di Cefalù, monsignor Giuseppe Marciante, del sindaco di Polizzi Generosa, Gandolfo Librizzi, del responsabile della Missione, don Pino Vitrano, che porta avanti la Missione di speranza per carità avviata da Biagio, scomparsi Sissi un anno fa. Numerose le autorità civili, militari e religiose. 1,8 Km di percorso nella più totale bellezza. 

<<Due pannelli grandi e 8 piccoli guidano il visitatore tra frasi di Fratel Biagio e osservazioni naturalistiche >> – spiega il dottor Antonio Mirabella- naturalista, grande appassionato e studioso del territorio, che ha lavorato tanto affinché questo sogno si realizzasse.

<<Il filo conduttore è Biagio e quel suo grande attaccamento con la natura selvaggia, quella stessa natura che ricollega l’uomo al creato e nella quale, più volte, frate il viaggio ritornava per ricongiungersi alla vita semplice>> – sottolinea il presidente Schifani nel discorso introduttivo alla giornata-.

Biagio, che ha quasi un anno dalla scomparsa viene infatti anche ricordato come eremita. Più volte, nei suoi tanti viaggi,  cercava di riconciliarsi con quell’ essenzialità del mondo che vedeva essersi persa e poche volte rintracciata. Era immerso in una società senza valori e ne viveva tutti i problemi.  Fino all’ultimo dei suoi giorni ha pregato per quei valori e quella morale che erano venuti a mancare. Nel silenzio soffriva e cercava sempre di intervenire portando la buona parola. Si ricaricava in alcuni luoghi solitari, sulle Madonie era già stato apprezzando il silenzio è ogni spazio contemplativo.

“Il sentiero natura intitolato a Fratel Biagio Conte, inaugurato lo scorso 2 dicembre nel Comune di Polizzi Generosa, in località Portella Colla , nasce dalla “promessa” fatta dal Commissario straordinario dell’Ente Parco delle Madonie Salvatore Caltagirone, al missionario laico fondatore della Missione Speranza e Carità, in occasione di un incontro avvenuto il 15 agosto del 2018 durante il pellegrinaggio al Santuario di Madonna dell’Alto.

Il Commissario Caltagirone rammenta che: “Fu proprio in quella occasione, infatti, che fratel Biagio Conte, ebbe modo di dire: “Caro Commissario dobbiamo lavorare per rendere il mondo migliore”.

Il sentiero, che può essere liberamente fruito da tutti, è il luogo dove Biagio Conte, visse agli inizi della sua vocazione, un periodo di eremitaggio, immerso in un contesto naturale che riesce a sovrastare ogni umana illusione e le effimere ricchezze materiali.

<<Oggi, – afferma il Commissario Caltagirone- siamo riusciti a concretizzare la sua volontà, grazie all’aiuto di tanti, con una semplice idea, senza alcuna esaltazione mistica, dove l’unico fine, è quello di tenere viva la memoria di un uomo, la cui vita è stata una continua testimonianza di appassionate virtù cristiane. 

Siamo certi che, la presenza di questo nostro “fratello”, sarà sempre viva attraverso alcune delle sue parole riportate fedelmente sulla cartellonistica installata lungo il sentiero coniugate con frasi descrittive sulla bellezza del luogo.

Chi lo attraversa- aggiunge il Commissario- avvertirà attraverso il proprio inconscio, pensieri, emozioni che emergono in certi momenti, come risposta sensoriale a ricordi ed emozioni che affiorano alla nostra mente ma, che normalmente restano prigionieri di stati d’animo. 

Tuttavia, spero che in questo posto, saremo in grado gestire le nostre emozioni, come una vera esperienza da vivere nel tempo che ci appartiene>>.

Un momento davvero significativo e tanto partecipato dove da personalità illustri che fanno ben comprendere che questa bella iniziativa è stata ben accolta.

“Grazie alla collaborazione di diversi Enti Publici e Privati, questo sentiero è dedicato a tutti i pellegrini di speranza che sulle orme di Fratel Biagio potranno godere della vista di paesaggi mozzafiato dove la natura è ancora incontaminata” – sostiene in ultima battuta il Commissario straordinario dell’ Ente Parco delle Madonie, Salvatore Caltagirone- concludendo questa giornata piena di gioia ed entusiasmo. Un cammino quindi, che allude simbolicamente al ritrovo della fede nel cammino della speranza, come avrebbe voluto Fratel Biagio. 


CONTINUA A LEGGERE SU HIMERALIVE.IT


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it





Leggi anche

Altri articoli: