Le capitali mondiali del caffè: ecco dei consigli utili per un viaggio

4 min read

Rimani sempre aggiornato


Una delle bevande più diffuse e apprezzate nel mondo è senz’altro il caffè, la cui tradizione è ormai storia a sé. Bere il caffè la mattina o dopo i pasti è un’abitudine internazionale, anche se ci sono delle variazioni a seconda della località; ciò che però lega qualunque territorio, è l’esperienza data dal suo aroma e dalle sue proprietà uniche. In aggiunta al sapore, è l’atmosfera generata dal poter bere il caffè a contraddistinguere i cittadini e i viaggiatori in ambito globale, poiché in ciascun luogo ci sono diverse preparazioni e quindi variano il gusto e la consumazione. Per saperne di più, si può consultare la lista delle capitali mondiali del caffé stilata di recente dal blog online di Betway. Di seguito si propongono alcune mete adatte per un viaggio all’insegna della suddetta bevanda.

Addis Abeba, Etiopia

Una delle migliori mete per poter assaggiare il tradizionale aroma del caffè è Addis Abeba, in Etiopia. Oltre all’atmosfera unica da poter riscontrare qui, si può sorseggiare il gusto unico della storica bevanda in un bar tipico locale, degustando l’autenticità. Infatti, ad Addis Abeba i chicchi del caffè sono preparati seguendo dei passaggi a dir poco rituali: prima vengono tostati, e subito dopo vengono macinati. Si tratta di una vera e propria cerimonia, e la creazione non può che essere un genuino caffè derivato dalle piantagioni, le quali possono essere anche esplorate dai turisti. Dove? Basta addentrarsi con una guida sulle montagne dell’Etiopia.

Bogotà, Colombia

Bogotà, la capitale della Colombia, è conosciuta internazionalmente per la produzione di caffè arabica di qualità finissima. I visitatori accorrono numerosi qui per poter assaggiare la suddetta bevanda, la cui preparazione è considerata un’arte che avviene per mano degli agricoltori locali. Per poter conoscere la storia del caffè, si potrebbe anche andare al Museo dell’Oro situato nel cuore di Bogotà, all’interno del quale si trovano numerosi oggetti legati alla tradizione della bevanda più conosciuta del mondo.

Vienna, Austria

Dirigendosi in Europa, una delle mete maggiormente note al pubblico per la produzione di caffè è Vienna (Austria). La capitale austriaca detiene una cultura esportata in numerosi paesi dell’Est del continente, un primato che la rende famosa agli occhi dei turisti provenienti da ogni angolo del mondo. Il caffè qui è un rituale, tanto che la sua consumazione è legata a una speciale ‘merenda’ composta da torte e dolci locali. L’eleganza contraddistingue il caffè a Vienna, specie per ciò che concerne il caffè viennese, servito con la panna montata.

Hanoi, Vietnam

Ad Hanoi in Vietnam è ampiamente diffuso il caffè condensa, bevanda che viene filtrata su di una base aromatica dolce, il cui gusto è incredibilmente delizioso. Per poter bere questo particolare caffè, ci si può dirigere in qualunque caffetteria nei molteplici quartieri della località vietnamita, alternando bar moderni ad altri artigianali.

Napoli, Italia

Tornando in Europa, non si può non citare una delle migliori mete per un viaggio all’insegna dell’aroma del caffè: Napoli, in Italia. Il capoluogo campano è famoso per il caffè espresso, realizzato a regola d’arte, e caratterizzato dalla crema persistente e gustosa. Ci sono bar e caffetterie tradizionali in ogni angolo qui, ed i visitatori possono sostare brevemente durante una suggestiva passeggiata per sorseggiare in tranquillità il loro caffè espresso.

Kona, Hawaii

Nessuno sa che tra le capitali mondiali del caffè c’è Kona, nell’isola di Hawaii. Qui viene prodotto un esotico caffè arabica, e i turisti possono apprendere i processi con cui viene realizzata questa bevanda: vengono organizzati dei tour appositi tra le piantagioni di caffè, e la guida spiega come cresce e come viene raccolto poi l’ingrediente in questione. Infine, a Kona è imperdibile il Festival svolto in onore del caffè, poiché mentre prendono vita le vivaci degustazioni è possibile ascoltare della musica dal vivo. 
CONTINUA A LEGGERE SU HIMERALIVE.IT


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it





Leggi anche

Altri articoli: