Momenti di paura a Belmonte Mezzagno: legati e rapinati in casa, si erano finti carabinieri

1 min read

Rimani sempre aggiornato


Momenti di paura a Belmonte Mazzagno dove ignoti malviventi hanno bussato alla porta della casa del titolare del bar Bragotto dicendo di essere carabinieri per mettere a segno una violenta rapina.

I tre rapinatori incappucciati sono entrati così nell’appartamento del noto gestore del bar Dragotto, in via Pitti a Belmonte Mezzagno e hanno legato con lo scotch la mamma e il commerciante per cercare indisturbati soldi e gioielli.

I tre hanno rovistato ovunque: dentro gli armadi e nei cassetti provocando anche danni all’appartamento alla ricerca di un nascondiglio dove il titolare del bar potesse avere nascosto i soldi. Alla fine hanno preso dei soldi e oggetti in oro e per un valore di circa mille euro e sono fuggiti via.

Adesso i carabinieri della compagnia di Misilmeri sono al lavoro per risalire all’identità dei rapinatori, anche con l’acquisizione delle immagini dei sistemi di video sorveglianza. Alcuni mesi fa era stato il titolare di un tabacchi vittima di una rapina con le stesse modalità.
CONTINUA A LEGGERE SU HIMERALIVE.IT


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it





Leggi anche

Altri articoli:

+ There are no comments

Add yours