Festa dell’associazione “Amici di Via Navarra”: i ringraziamenti ai bar termitani




E’ stata una bella festa! Il giusto punto di arrivo del progetto di riqualificazione urbana del quartiere Ponticello. E così come l’intervento è stato possibile grazie alla disponibilità dei residenti e dei volontari anche il momento di gioia regalato ai bimbi di Via Navarra è stato possibile grazie ai giocattoli che sono stati raccolti amorevolmente dai soci dell’AssociazioneAmici di Via Navarra”.

WhatsApp-Image-2022-12-22-at-18.06.20

Immagine 1 di 8

Ed un grazie convinto va soprattutto agli esercizi commerciali ( bar vicolo bar tre Stelle bar delle Palme bar Cristal bar Vicoletto pasticceria dolce Vienna bar Gatto Bar Buzzetta Gran Cafe Operà panificio la Ciabatta Panificio la Sfogliatella Panificio Pecoraro …….) e a quanti hanno contribuito a realizzare una festa per tutti e a sperare insieme a noi in un futuro migliore per i nostri figli e per le generazioni future.

 

Grazie anche a quanti in questi lunghi anni di storia dell’Associazione hanno scattato foto e le hanno sapientemente conservate a riprova di una memoria mai persa, e di una voglia di raccontarsi e incontrarsi ancora. E’ questo lo spirito dell’Associazione e di quanti ci credono e ci stanno vicini.

Grazie anche alle famiglie dei bimbi che ieri hanno allietato con i loro sorrisi Via Navarra credendo insieme a noi nel valore educativo di questa esperienza, e si sono resi disponibili a sostenere questa impresa in ogni modo, con umiltà e convinzione. Ieri abbiamo sentito forte la fiducia del quartiere Ponticello e non solo, perché il futuro ci appartiene, e noi vogliamo esserci – tutti insieme – per viverlo e per poterlo raccontare. Il futuro è dinanzi a noi: dopo la festa riprendiamo il nostro impegno quotidiano spendendoci come sempre e al meglio per i tanti che hanno bisogno sognando che il nostro impegno aiuti a formare buoni cittadini che sappiano generosamente spendersi a servizio di Termini Imerese.


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it






Scritto da:

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi alla redazione!