Trofeo Oro Napoli: vittoria per Lucio Di Maria e soddisfazioni per Carlo Gulino al Donna Ví

Primo campionato Nazionale di Pizza Trofeo Oro di Napoli

IL 12 e 13 Dicembre 2022 organizzato da Oro di Napoli in collaborazione con l’Ass. Pizzaioli in Giro per il Mondo.

Condividi questo articolo




Primo campionato Nazionale di Pizza Trofeo Oro di Napoli

Il 12 e 13 Dicembre 2022 organizzato da Oro di Napoli in collaborazione con l’associazione Pizzaioli in Giro per il Mondo

Quattro categorie per decretare il vincitore del Trofeo Oro di Napoli, tanto successo e soddisfazione. Decretato vincitore Trofeo assoluto oro Napoli, Lucio Di Maria.

IMG_20221213_210940

Immagine 1 di 31

Riportiamo i nomi dei vincitori.

Categoria Gourmet

Terzo posto De Luca Antonino

Secondo posto Edoardo Cosentino

Primo posto Carlo Gulino

 

Categoria Senza Glutine

Terzo posto De Luca Antonino

Secondo posto Lucio di Maria

Primo posto Carmelo Carbone

 

Categoria classica

Terzo posto Edoardo Cosentino

Secondo posto Carlo Gulino

Primo posto Lucio di Maria

 

Categoria Napoli

Terzo posto punti 1800 Lucio di Maria

Secondo posto punti 1840 Cosentino Edoardo

Primo posto punti 1860 De Luca Antonino.

Premi speciali conferiti a Marco Virga per il miglior abbinamento; Felice Valenti Ignoti per la miglior presentazione; Francesco Paolo Morici per la professionalità, e per la Pizza più bella a Bonanno Calogero. Spiccano ancora una volta le Madonie con il premio speciale associazione Pizzaioli in giro per il mondo 4.0 di Gianfranco Macaluso di Polizzi Generosa.

Ai vincitori di categoria sono state consegnate splendide coppe in ceramica scelte con cura dallo staff organizzativo che sono state molto apprezzate oltre per il loro effettivo significato, anche per la loro particolarità.

Due giorni intensi che hanno visto come protagonista, la pizza uno dei cibi preferiti e più amati.

Chi non sarebbe voluto rimanere immerso fra  ogni loro varietà, gusto particolare che piace davvero a tutti? 

È quello che è avvenuto nei giorni 12 e 13 dicembre tra le splendide sale del nuovo hotel, ristorante, centro benessere, SPA , Donna Ví di Geraci Siculo, immerso le montagne madonite in uno dei territori più belli d’Italia che ha concorso per essere borgo in tv. Un luogo noto anche per le sue manifestazioni come la Giostra dei Ventimiglia, la Transumanza ed altri eventi molto conosciuti ed attrattivi anche dal punto di vista panoramico, pensiamo alla veduta del Salto dei Ventimiglia, meta turistica  molto ambita.  Ogni anno, una cornice di attrazione, relax, divertimento piacevole in questi luoghi ben conservati nella loro particolare architettura di antico stampo medievale ancora ben conservato  anche dal punto di vista paesaggistico naturale  orgogliosamente intatto che regala emozioni attraverso il contatto diretto sia con la natura che con l’ aria fresca di montagna. 

Simone Scancarello e Decio Vitale, all’indomani, possono raccoglierne davvero i frutti con soddisfazione. Questi ultimi, sono stati i volti organizzativi di questo campionato.

Decio Vitale , è il proprietario dell’azienda Oro di Napoli, distributore di prodotti tipici campani in Sicilia con sede a Gela, nonché ideatore di questo magnifico evento.

Simone Scancarello, il presidente dell’Ass.Pizzaioli in Giro per il Mondo 4.0 , organizzatore di corsi di formazione ed eventi in tutta Italia e non solo.

L’impegno è stato grande. Ora possono considerarsi soddisfatti di essere riusciti in circa un mese di realizzare in modo concreto una grande manifestazione che ha dato lustro al nome di oro Napoli, noto distributore di eccellenza del Made in Italy.

 Nel due giorni full immersion nel gusto e nella creatività artistica e  gastronomica del mondo pizza,  è stata fatta conoscenza degli ottimi prodotti basilari riguardanti i condimenti utilizzati per la preparazione delle tante specialità create come il Pomodoro il San Marzano agro sarnese Nocerino D.O.P., rappresentato da Giuseppe Cirro, titolare azienda Francaterra, selezioni contadine alle falde del Vesuvio;

l’olio Heres oro extravergine di oliva, il fiordilatte napoletano presentato dal titolare, Michelangelo della tenuta agricola Arena sito in centro di Enna specializzata in tutte le fasi produttive dell’oliva, dalla raccolta, molitura stoccaggio e confezionamento; 

 la mozzarella di bufala campana D.O.P. prelibatezza del mondo caseario.

 È stato soprattutto possibile conoscere ovviamente, le eccellenze di grandi professionisti del settore. 

Sono stati presenti all’ evento di spicco, specialisti della pizza che nel tempo hanno maturato esperienza, tecniche, studiato metodi d’impasto, scelta selezionata degli ingredienti e di tutti i loro possibili abbinamenti per lasciare nel cliente sensazioni piacevoli di soddisfazione, stimolarne il palato esaltando quella ricerca talvolta meticolosa di poter dare il meglio grazie ad un gusto unico, personalizzato ed in continua sperimentazione. Quel tocco capace di creare effetto, stile, che va a valorizzare quella capacità personale, a volte dote naturale di poter stupire. E non è semplice. Servono talvolta anni di duro impegno, di prove e tentativi. Probabilmente chi è stato in questi giorni partecipe di questi momenti, quando farà ritorno ad una pizzeria come cliente, seduto al suo tavolo, con il suo piatto fumante, farà attenzione a ciò che sta guardando e richiederà quanto c’è dietro fra impasto, scelta delle farine, impasto, lievitazione, ingredienti , abilità ed estetica. Un tutt’uno che è come un omaggio fatto ad hoc.  

I giorni di sfida hanno creato molta suspense ma le abilità di ogni singolo concorrente sono state fin da subito evidenti. È certamente, la giuria ha avuto un ruolo molto arduo nel dover esprimere un giudizio. Assaggiate circa più di trenta di pizze tra le categorie Napoletana, Gourmet, Classica, Senza glutine dove hanno ottenuto valutazione per l’abbinamento, la cottura, il gusto e l’aspetto da 40 a 100 voti di preferenza.

Fra i giurati, hanno onorato della loro presenza, Daniele Cacciuolo maestro pizzaiolo di origine napoletana, titolare della pizzeria Bella Napoli di Gela, 2 spicchi gambero rosso e migliore pizzeria della Sicilia 2022;

il maestro Francesco Fortuna, un veterano della pizza Contemporanea, insegnante nelle scuole e organizzatore di eventi inoltre da poco creatore della pizza ufficiale Gianni Versace in collaborazione con la sua chef Loredana Errichiello, che ha ricevuto dei premi carriera;

Salvatore La Martina, Maestro pizzaiolo da Cefalù , lavora presso lievita cucina terra mare 2 spicchi gambero rosso 2021-2022 , tecnico presso molini lario;

Giuseppe Profita, giovane imprenditore, diventato Sommelier di 2 Livello presso l’Associazione Italiana Sommelier, proprietario di Bar- Pinseria, ha dato il suo contributo in veste di giudice di gara;

Alessandro Russo, proprietario del noto pub Reboot di Castellana Sicula, imprenditore madonita ed organizzatore di eventi nel settore della Movida Giovanile;

 Domenico Sireci ,pizzaiolo da oltre 30 anni, presso ristorante pizzeria “A castellana” di Caccamo. Oltre a svolgere attività di pizzaiolo dal 2002 tiene lezioni per diversi corsi di ristorazione, per pizzaiolo e per pianificatore nelle scuole alberghiere della sua provincia. Ha conseguito vari master su lievito madre e su farine. La prima soddisfazione arriva in seguito alla partecipazione del giro pizza Calabria 2004 dove si classifica a primo posto. Negli anni successivi ottiene altri importanti riconoscimenti primo classificato alla tappa del giro pizza d’Europa 2005 Catania, terzo posto alla pizza senza glutine Gara di pizza al pesce 2010 Catania, ottenendo il secondo posto.

Gli sfidanti, alcuni giovanissimi, di provenienza mista della Sicilia ma anche di alcune parti d’Italia, in particolare con prevalenza campana, hanno dato il meglio di sé presentandosi come eccellenze e facendo conoscere le loro migliori specialità. Il moderatore dell’evento è stato l’instancabile Enrico Bianchini che ha fatto ben vivere il momento ed allietato i presenti facendo addentrare i presenti nel vivo del contesto. 

Grandi soddisfazioni per le Madonie, per la vittoria assoluta del trofeo Oro Napoli di Lucio di Maria, pizzaiolo madonita con una buona esperienza nelle gare, il quale aveva già partecipato a diversi trofei internazionali e per Carlo Gulino, imprenditore e pizzaiolo della pizzeria Gulino pizza e dintorni di Castellana Sicula, creativo e alla ricerca di nuove metodiche per fare sempre in meglio classificandosi primo nella categoria gourmet e secondo per l’ambita pizza classica.  Anche Polizzi Generosa riporta a casa meriti con  il Premio speciale dell’ Ass. Pizzaioli in giro per il mondo 4.0 ottenuto da Gianfranco Macaluso della pizzeria Arte Bianca.

È stato dato dato valore ad una passione che è diventata nel tempo il loro lavoro di questi ragazzi, la motivazione giusta per mai fermarsi ed andare avanti perfezionandosi e crescendo professionalmente.

Diversi gli ospiti presenti che hanno avuto così la possibilità di poter esporre le loro attività d’azienda. Tra questi, Fabio Sciortino nella rappresentanza di Expo Cook. Visibile il marchio  Sud forni che ha dato anche possibilità di acquisto a prezzo scontato del forno di cottura delle pizze in gara e Frabe, attrezzature per pizzerie e ristorazione della provincia di Napoli , di cui presente il titolare, Francesco Beneduce.

Con l’occasione si è voluto puntare sulla Sicilia come terreno d’ approdo e di convergenza per meeting, congressi appuntamenti vari, nuovi incontri  attività ed eventi da ideare. Sono vari i progetti che attraverso questa occasione stanno per nascere e trovare concretezza nei mesi successivi. Già in programma a Sanremo, nel mese di febbraio, ci sarà un torneo dei pizzaioli che sarà un altro evento sicuramente indimenticabile. Queste occasioni, creano validi rapporti di amicizia, stringono nuovi accordi, oltre che al vero e proprio confronto professionale necessario a crescere e ad acquisire sempre più conoscenze accendendo maggiore  entusiasmo  per innovare , programmare e per far trovare stimoli nuovi, necessari per incrementare e potenziare le capacità e per fare ancora e molto di più.

Un momento unico questo, che sarà ricordato sulle Madonie rivelatosi importante per aver posto attenzione e merito a ragazzi in gamba che, con il loro talento e determinazione, hanno dato lustro a se stessi, dignità e valore al territorio ed un lavoro svolto con personale impegno, volontà e voglia di far conoscere il proprio nome fra le categorie dei Pizzaioli più conosciuti in un duro impegno  di perfezionamento fatto più prove e tentativi al fine di poter per trasformare il tutto in eccellenza garantendo massima qualità ai propri clienti ed un servizio impeccabile da dieci e lode.  Piccoli paesi pertanto, piccole realtà, che hanno saputo puntare in grande credendo nel loro potenziale.

Le prime impressioni a conclusione del Trofeo Oro Napoli


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it





Scritto da:

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi alla redazione!