La Corte d’Assise di Palermo ha condannato all’ergastolo Salvatore Baglione, accusato dell’omicidio della moglie Piera Napoli, la nota cantante neomelodica palermitana, avvenuto il 7 febbraio dell’anno scorso.

Baglione si era consegnato ai carabinieri e aveva confessato. I giudici hanno accolto le richieste della procura che riteneva l’imputato lucido durante il delitto efferato avvenuto in bagno, nella abitazione dei due coniugi in via Vanvitelli, nel quartiere Cruillas a Palermo.
 

Subito dopo il delitto il marito si era ripulito, aveva lavato anche il coltello, si era anche preoccupato di allontanare i figli, perché non assistessero. Baglione ha avuto il tempo di postare su Facebook una frase sul «rispetto» accompagnata da una foto di Robert De Niro.

 

La decisione dei giudici dopo 4 ore di camera di consiglio. La famiglia della donna si era costituita parte civile assistita dagli avvocati Massimiliano Ficarra, Francesca Legnazzi e Silvana Terrasi.