La mamma dell’agricoltore di Cerda scomparso nel nulla fu minacciata dalla nuora: nuova udienza a Termini Imerese




Va avanti il processo a carico di Luana Cammalleri, la donna arrestata insieme a Pietro Ferrara con l’accusa di avere ucciso il marito, Carlo Domenico La Duca, indagata anche per minacce nei confronti della suocera Concettina Maria Grispino. Secondo l’accusa, durante una lite, la Cammalleri avrebbe stretto attorno al collo il filo del telefono di casa e così la signora Grispino l’aveva denunciata.

Il giorno prima che La Duca sparisse, il 30 gennaio 2019, si era celebrata l’udienza per minacce e percosse a carico della Cammalleri. In quell’occasione la suocera si era costituita parte civile.  Ieri, presso il tribunale di Termini Imerese, si è svolta una nuova udienza in cui è stata sentita Maria Ricotta (attuale compagna di Pietro Ferrara) e Giuseppina Grispino, nipote della mamma di Carlo La Duca, assistita dall’avvocato Salvatore Pirrone. All’udienza era presente anche Luana Cammalleri, con la scorta della Polizia Penitenziaria ed il suo legale. Secondo quanto appreso, le accuse sarebbero state confermate dai testimoni. 

 La prossima udienza è fissata per il 16 febbraio quando sarà sentita un’altra testimone: una nipote della signora Concettina Grispino. 


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it





Scritto da:

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi alla redazione!