Una brutta sorpresa hanno avuto i cittadini di Caccamo che, nella serata di ieri, proprio dopo un comunicato dell’AMAP, hanno visto fuoriuscire dai rubinetti delle proprie case dell’acqua torbida.

Ovviamente grande preoccupazione per l’accaduto tra la comunità caccamese. I cittadini allarmati dal fatto ci hanno contattati ed inviato diverse foto.

L’AMAP nel comunicato riporta un eccesso di manganese nell’acqua che la rende quindi NON POTABILE.

Ad essere interessate da questo fenomeno non solo la comunità di Caccamo ma anche Alia, Lercara Friddi e Roccapalumba.

3

Immagine 2 di 4

Ecco il comunicato integrale

ALIA, CACCAMO, LERCARA FRIDDI E ROCCAPALUMBA. NON POTABILITÀ DELL’ACQUA IN ENTRATA AI SERBATOI COMUNALI

Si informa che, nell’ambito delle attività di monitoraggio della qualità dell’acqua e a seguito di segnalazioni riguardo possibili anomalie , sono state eseguite – in regime di autocontrollo – alcune campionature sull’acqua potabile fornita dalla Società Siciliacque attraverso l’acquedotto “Montescuro Est” e accumulata ai serbatoi comunali.

I risultati dell’analisi di dette campionature hanno rilevato la non conformità al parametro indicatore manganese.

PER TALE RAGIONE – IN VIA PRECAUZIONALE – SI INVITANO LE UTENZE DEI SUDDETTI COMUNI A NON UTILIZZARE L’ACQUA EROGATA AI FINI IDROPOTABILI.

La società Siciliacque ha assicurato che sono già in corso modifiche al sistema di approvvigionamento dell’acquedotto Montescuro Est che porteranno rapidamente alla soluzione della problematica.

AMAP continuerà già dalla mattinata di domani – giorno 15 settembre – ad eseguire ulteriori campionature ai serbatoi dei Comuni afferenti al sistema di approvvigionamento idrico Montescuro Est, in capo a Siciliacque, al fine di accertare la qualità dell’acqua fornita, riservandosi di sospendere il servizio di distribuzione ed erogazione dei Comuni interessati laddove sarà rilevato il perdurare delle anomalie qualitative dell’acqua fornita.

Ogni aggiornamento sarà disponibile su questo sito ovvero telefonando al numero 091.279111 (risponditore automatico) o al numero verde 800-915333 (esclusivamente da telefono fisso)


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it





Scritto da:

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi alla redazione!