Morte bimba di otto anni: setta religiosa accusata di omicidio, 12 persone arrestate



Con l’accusa di omicidio sono state arrestate dodici persone appartenenti a una setta religiosa.

Il fatto è avvenuto nel Queensland meridionale, in Australia.

La piccola Elizabeth Struhs, aveva solo otto anni, è morta lo scorso mese di gennaio nella sua casa di Rangeville, a Toowoomba, dopo che, per sei giorni, le sono state negate le cure mediche per il diabete di tipo 1.

 

I 4 uomini e le 8 donne, di età compresa tra i 19 e i 64 anni, sono stati accusati di omicidio. I genitori di Elizabeth, il 50enne Jason Struhs e la 46enne Kerrie Struhs, sono già stati accusati della morte della figlia.

La polizia ha riferito che la setta era a conoscenza delle condizioni mediche della piccola di 8 anni e non ha deliberatamente cercato assistenza medica. Oltre 30 agenti hanno perquisito una casa a Harristown, dove sono stati arrestati i 12 residenti.

Il detective Garry Wats ha affermato che l’indagine è stata senza precedenti: “Nei miei 40 anni di polizia, non ho mai affrontato una vicenda come questa. E non sono a conoscenza di un evento simile nel Queensland, per non parlare dell’Australia”.

Il detective ha anche detto che la setta comparirà davanti alla Corte dei magistrati di Toowoomba oggi, mercoledì 6 luglio. Si è appreso che il gruppo religioso è piccolo e non è affiliato ad alcuna chiesa del posto.


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it





Scritto da:

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.