Termini Imerese: riaffiorano resti del Paleolitico, trovata la punta di corno di un impalcato di cervo

IL RITROVAMENTO A CURA DI DUE ESCURSIONISTI TERMITANI

Condividi questo articolo



Importante scoperta nella grotta Navarra del monte San Calogero di Termini Imerese: trovata la punta di corno di un impalcato di cervo. Si tratta di un reperto risalente probabilmente al Paleolitico: è lungo otto centimetri e le foto sono state analizzate dal prof. Masini del dipartimento di Paleontologia dell’università degli studi di Palermo. Il pezzo è stato visionato da Alessandro Incarbona e dalla dottoressa Carolina Di Patti, curatrice del museo geologico “Gemellaro” di Palermo. 

IMG-20210530-WA0013

Immagine 1 di 10

Il ritrovamento è avvenuto grazie a due escursionisti termitani Mario Giunta e Attilio D’Agostino che, nell’ambito dei loro tour sul massiccio del San Calogero, hanno notato i resti e li hanno donati all’istituto museale di Termini Imerese.

«Da anni effettuiamo escursioni sul monte San Calogero, per noi è una passione che coltiviamo sin da ragazzi – ha affermato Mario Giunta – non è la prima volta che visito la grotta Navarra, ma mai ci siamo addentrati per non danneggiare lo status del sito. In questa occasione sono stato attirato da un oggetto biancastro, semi sepolto dal terriccio. Pensavo fosse un dente di cinghiale, così ho deciso di donarlo al museo civico “B. Romano” di Termini Imerese per metterlo a disposizione della città». 





Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *