Caso Porto Termini Imerese, consiglieri comunali di Forza Italia: “Nessun passo indietro”



Forza Italia: il futuro del porto di Termini Imerese è strategico per la comunità termitana.

E quindi guardiamo con interesse alle opportunità che possono arrivare dall’attuazione della Zes, ma non indietreggiamo di un centimetro rispetto al portare avanti l’idea di termalismo diffuso annesso e connesso con il porto turistico. E’ questa la sintesi con la quale il Gruppo consiliare di Forza Italia (Lorella Abbruscato, Francesco Caratozzolo, Anna Maria Chiara) hanno concluso la sessione di approfondimento dedicata ad un argomento molto delicato e determinante per lo sviluppo del porto e, con esso, della città di Termini Imerese. Il confronto, avviato ieri mattina nell’aula consiliare, con il Presidente, Pasqualino Monti è servito a far emergere la reale volontà dell’Autorità di sistema portuale di Palermo: soddisfare le esigenze non solo della comunità termitana ma anche, e soprattutto, le necessità del mercato e, quindi, di Palermo. Da qui la volontà portata avanti da Monti di rivedere un piano regolatore obsoleto per dotare il porto di Termini Imerese di una progettualità moderna ed al passo con i tempi. Di fronte a tale premessa il gruppo consiliare di Forza Italia è pronto ad un confronto istituzionale con l’Adsp per ogni eventuale miglioria che assicuri la realizzazione di un hub portuale moderno e funzionale che nel rispetto delle previsioni del Prp vigente – adottato dal Consiglio Comunale, all’unanimità, con la deliberazione n. 44 in data 24.03.2003 e successivamente approvato dalla Regione siciliana nell’aprile 2004 – assicuri la convivenza dell’ambito turistico con il commerciale, con la diportistica, la pesca ed il traffico passeggeri. Con questa consapevolezza, già ieri sera stessa abbiamo incontrato il gruppo dirigente locale per avviare ulteriori iniziative politiche in questa direzione in sinergia con le altre forze consiliari che non si ritrovano sulle posizioni dell’Amministrazione comunale che, dopo settimane di tentennamenti e di rinvii, ha lasciato fare direttamente al Presidente Monti che – ben consapevole – degli equilibri consiliari si è sobbarcato l’onere di mantenere in prima persona il dialogo direttamente con il consiglio comunale. Ancor prima delle appartenenze partitiche siamo termitani e quindi, piaccia oppure no, siamo in campo per sostenere le ragioni e gli interessi della nostra comunità.

Lorella ABBRUSCATO
Francesco CARATOZZOLO
Anna Maria CHIARA





Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *