Suore siciliane tornano da una missione umanitaria e scoprono di essere incinte



La notizia risale all’anno scorso ma continua a far discutere sia nelle comunità siciliane delle due suore sia sui social. Vanno avanti da un anno le indagini da parte della Chiesa cattolica dopo la notizia delle due suore rimaste incinte durante una mission in Africa e ci si chiede cosa abbiamo scelto di fare le due religiose. Fonti vicine alla Santa Sede, nei giorni in cui è stata appresa la notizia, hanno fatto sapere: «C’è grande costernazione di fronte a queste vicende, entrambe le suore hanno avuto rapporti sessuali nei loro paesi d’origine, nonostante avessero professato il voto di castità. Ci sono regole rigide che sono state violate ma ora la cosa più importante è il benessere dei figli che aspettano».

Le donne, entrambe originarie proprio del continente Africano, e che provengono da diversi ordini in Sicilia, sarebbero rimaste incinte mentre erano in missioni separate nel loro paese d’origine.

Una delle suore, una 34enne che vive in un convento nella città di Militello Rosmarino in provincia di Messina, ha scoperto di essere incinta dopo essere stata ricoverata in ospedale con forti dolori addominali, riferisce la Gazzetta del Sud.

Ha scoperto di essere incinta anche la seconda suora, una madre superiora che si prende cura degli anziani nella città di Ispica, in provincia di Ragusa.

Le donne potranno scegliere se lasciare l’Ordine e crescere i propri figli, secondo la Gazzetta del Sud.

La suora 34enne è stata trasferita in un ordine diverso a Palermo, mentre la madre superiora, ritenuta incinta da circa un mese, è tornata a casa in Madagascar.

FONTE





Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *