Morte bimba 10 anni per “sfida estrema”: la replica di TikTok



Una sfida estrema sui social è costata la vita a una bimba di 10 anni di Palermo.

A seguito della tragedia che ha colpito una famiglia palermitana (clicca qui), dalla nota applicazione TikTok arriva la replica che assicura di «non aver riscontrato alcuna evidenza di contenuti che possano aver incoraggiato alla ‘blackout challenge’. Siamo davanti ad un evento tragico e rivolgiamo le nostre più sincere condoglianze e pensieri di vicinanza alla famiglia e agli amici di questa bambina – si legge nella nota del portavoce di TikTok -. La sicurezza della community TikTok è la nostra priorità assoluta, per questo motivo non consentiamo alcun contenuto che incoraggi, promuova o esalti comportamenti che possano risultare dannosi. Utilizziamo diversi strumenti per identificare e rimuovere ogni contenuto che possa violare le nostre policy. Nonostante il nostro dipartimento dedicato alla sicurezza non abbia riscontrato alcuna evidenza di contenuti che possano aver incoraggiato un simile accadimento, continuiamo a monitorare attentamente la piattaforma come parte del nostro continuo impegno per mantenere la nostra community al sicuro. Siamo a disposizione delle autorità competenti per collaborare alle loro indagini». 

(AGI)

 

 





Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *