Lavoravano in nero in cantiere edile, uno di loro percepisce reddito di cittadinanza

Condividi questo articolo






I Finanzieri del 2° Nucleo Operativo Metropolitano del Gruppo di Palermo hanno individuato presso un cantiere edile 2 lavoratori in nero di cui uno percettore di reddito di cittadinanza.

In particolare le Fiamme Gialle, nel corso di un ordinario intervento eseguito presso un cantiereedile in via Santa Maria di Gesù, hanno individuato tre dipendenti intenti a prestare la loro opera lavorativa. Per due di essi il titolare non è stato in grado di esibire alcuna documentazione ufficiale e sono stati quindi considerati “in nero”.

Da ulteriori elementi acquisiti nel corso delle attività, i Finanzieri hanno inoltre rilevato che uno dei lavoratori in nero prestava la propria opera lavorativa nonostante un componente del suo nucleo familiare fosse percettore del reddito di cittadinanza. Il soggetto è stato quindi segnalato alla Direzione Provinciale dell’INPS di Palermo per l’indebita percezione del contributo statale.

Nei confronti della ditta individuale specializzata in lavori edili si procederà, invece, alla contestazione delle relative sanzioni amministrative per importi che vanno da un minimo di €. 1.800 a un massimo di €. 10.800 in un caso e da un minimo 3.600 a un massimo di 21.600 maggiorata del 20% (maxi sanzione) relativamente al soggetto risultato percettore anche del reddito di cittadinanza.

L’attività testimonia l’impegno profuso dalla Guardia di Finanza quale polizia economico – finanziaria a forte vocazione sociale a contrasto del lavoro sommerso e a favore del corretto utilizzo delle risorse pubbliche.










Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *