Commercio illegale specie ittiche: sequestrati 350 chili di tonno rosso

Condividi questo articolo






I finanzieri della compagnia di Bagheria, nell’ambito dell’attività di controllo economico del territorio, hanno sequestrato, in due distinti interventi effettuati in Bagheria, 22 esemplari di tonno rosso e 1 esemplare di pesce spada, per un peso complessivo di oltre 350 Kg.

In particolare, le Fiamme Gialle, dopo aver fermato due furgoni che circolavano nel centro cittadino, hanno ispezionato i mezzi rinvenendo all’interno degli stessi gli esemplari di Thonnus Thynnus” – di cui in questo periodo è contingentata la pesca – privi dei documenti rilasciati dall’Autorità Marittima che ne certificano la tracciabilità nelle diverse fasi della filiera e il cui consumo, pertanto, risulta potenzialmente pericoloso per la salute dei consumatori e pone un serio pregiudizio allo sviluppo della fauna marittima.

Per quanto sopra i militari operanti hanno contestato ai responsabili, , il mancato rispetto della normativasulla rintracciabilità dei prodotti alimentari cheprevede una sanzione fino a 12.000 €.

In un caso i Finanzieri hanno anche sanzionato un passeggero che circolava a bordo di uno dei mezzi fermati senza una valida giustificazione e, pertanto, in violazione delle prescrizioni vigenti per fronteggiare l’emergenza sanitaria da COVID-19.

Tutto il pescato sequestrato, risultato idoneo al consumo umano a seguito di analisi da parte del personale dell’A.S.P., è stato devoluto a Enti caritatevoli presenti sul territorio.

Continuano incessanti i controlli delle Fiamme Gialle in tutta la provincia palermitana finalizzati al contrasto delle pratiche commerciali illegali e a tutela della salute dei cittadini.









Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *