Festa “anti coronavirus” a Casteldaccia: paura per una donna immudepressa

Condividi questo articolo

Potrebbe sembrare uno scherzo non divertente, ma purtroppo è la triste realtà. Nella serata di ieri (venerdì 6 marzo) in un locale di Casteldaccia si è tenuta una festa “anti coronavirus”.
La serata, organizzata infrangendo le disposizioni previste dal decreto ministeriale predisposto dal Governo ha riunito numerosi ragazzi che hanno “festeggiato” tra balli, selfie, abbracci e baci.

La “festa” però, ha preoccupato una donna immunodepressa che abita nei pressi del locale. Quest’ultima, infatti nel corso delle ultime settimane è stata sottoposta più volte ad un ciclo di radioterapia. Pertanto le sue condizioni di salute la renderebbero più esposta al Covid-19.

La donna, quindi, si sarebbe rivolta ai proprietari del locale dai quali non avrebbe ricevuto nessuna rassicurazione. Infine, nonostante si sarebbe rivolta alle forze dell’ordine, la “festa anti coronavirus” si è svolta regolarmente.





Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *