Malaria non diagnosticata, muore giornalista ad Agrigento

Condividi questo articolo

La giornalista e insegnante Loredana Guida, 44 anni, è morta durante la notte dopo avere contratto la malaria in Africa.

La giornalista e insegnante Loredana Guida, 44 anni, è morta durante la notte dopo avere contratto la malaria in Africa. La donna, che per oltre quindici anni ha collaborato, fra le altre testate, con il Giornale di Sicilia e AgrigentoNotizie, da una settimana era ricoverata al reparto di rianimazione dell’ospedale San Giovanni di Dio di Agrigento.

Al ritorno da Lagos, in Nigeria, secondo quanto raccontano i familiari, aveva accusato febbre alta ed era andata al pronto soccorso dove, nonostante avesse fatto presente di essere stata in Africa, non sarebbe scattata alcuna indagine diagnostica, ma la semplice trasformazione del codice da bianco a verde. Dopo 9 ore di attesa sarebbe andata via.

Cinque giorni dopo il malessere in casa e la corsa in ambulanza per il ritorno in ospedale priva di coscienza. La diagnosi è stata quella di malaria terzana maligna. La malattia si trasmette con la puntura di una zanzara.

I giornalisti agrigentini e l’intera città “piangono la scomparsa della collega Loredana Guida”. Lo afferma Assostampa Agrigento. Era figlia di Leonardo, altro collega scomparso prematuramente sette anni fa. “Era una collega caparbia, scrupolosa e dalla grande umanità. Per oltre 15 anni – racconta il sindacato dei giornalisti della città dei templi – ha collaborato con il Giornale di Sicilia e col sito Agrigentonotizie. In questi ultimi giorni erano corsi al suo capezzale tantissimi colleghi a dimostrazione del grande affetto e della grande stima che nutrivano nei suoi confronti. L’Associazione siciliana della stampa di Agrigento, in questo momento di grande dolore, è vicina e si stringe attorno alla famiglia Guida”. I funerali saranno celebrati domani, alle 15, nella chiesa di San Nicola, a Fontanelle.

 

Fonte:Repubblica.it
 





Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *